Lo Strillone: nuova luce per le Sette opere della misericordia di Caravaggio su La Stampa. E poi eutanasia Madre, Vittorio Sgarbi secessionista, Popsophia a Civitanova Marche…

Bedda Madre!!! Richiamo in prima su L’Unità per quella che viene definita “l’eutanasia” del museo napoletano; capitali francesi per restaurare gli appartamenti dell’imperatrice Sissi a Venezia: se ne parla su Italia Oggi. Un secessionista Vittorio Sgarbi rompe con il Festival dei due Mondi e lavora al suo Spoleto Arte: in mostra Dorfles, Pirandello e Dolgopolov, […]

Quotidiani
Quotidiani

Bedda Madre!!! Richiamo in prima su L’Unità per quella che viene definita “l’eutanasia” del museo napoletano; capitali francesi per restaurare gli appartamenti dell’imperatrice Sissi a Venezia: se ne parla su Italia Oggi.

Un secessionista Vittorio Sgarbi rompe con il Festival dei due Mondi e lavora al suo Spoleto Arte: in mostra Dorfles, Pirandello e Dolgopolov, su Corriere della Sera tutti i retroscena. Il Fatto Quotidiano in cerca di Caravaggio al Museo dei Cappuccini di Roma; il Merisi trova spazio anche su La Stampa: nuovo progetto scenografico per illuminare al meglio le sue Sette opere della misericordia conservate a Napoli.

Esce per Salani il very best of Quino: elogio di Mafalda, minuscola eroina piccolo borghese, su Libero. Anche i filosofi hanno un’anima: apertura di pagina su Quotidiano Nazionale per il festival di Popsophia, appuntamento tra il serio e il faceto a Civitanova Marche.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.