Lo Strillone: il ministro Ornaghi come i Re Magi su La Stampa. E poi Pompei, arte sacra e dintorni, Giotto a Mosca…

Pompei? Una priorità per tutti, pure per Ornaghi. Una breve su Corriere della Sera e L’Unità rilancia i programmi del neo-ministro, con lavori nel sito archeologico a partire da ottobre 2012. Approfondisce l’argomento, con qualche cifra in più sull’entità degli interventi, Quotidiano Nazionale. Sulle sue prime mosse anche Rocco Moliterni nei suoi Graffiti per La […]

Quotidiani
Quotidiani

Pompei? Una priorità per tutti, pure per Ornaghi. Una breve su Corriere della Sera e L’Unità rilancia i programmi del neo-ministro, con lavori nel sito archeologico a partire da ottobre 2012. Approfondisce l’argomento, con qualche cifra in più sull’entità degli interventi, Quotidiano Nazionale.

Sulle sue prime mosse anche Rocco Moliterni nei suoi Graffiti per La Stampa. Ornaghi uno e trino in veste di re magio: incenso per Baratta, oro per il rimpinguato FUS, mirra per le prossime scelte in merito al Padiglione Italia.

In odore di Natale spunti vari su arte sacra e dintorni. Ancora La Stampa si divide tra lo Spagnoletto a Napoli e le Madonne con occhi a mandorla di Serrano alla Pack; Corsera intanto accompagna Giotto in mostra a Mosca.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.