Zhang Dali per Fondantico

Bologna - 26/01/2019 : 05/02/2019

La galleria Fondantico di Tiziana Sassoli presenta una preziosa mostra di Zhang Dali, artista cinese di fama internazionale, nella prestigiosa sede di Casa Pepoli Bentivoglio in Via de’ Pepoli 6e a Bologna.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA ARTE+FONDANTICO
  • Indirizzo: Via de’ Pepoli, 6/E - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 26/01/2019 - al 05/02/2019
  • Vernissage: 26/01/2019 ore 17
  • Autori: Zhang Dali
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Lunedì – sabato 10.00/13.00 – 16.00/19.00 APERTURA STRAORDINARIA: Sabato 2 febbraio 2019 apertura serale per Notte Bianca

Comunicato stampa

La galleria Fondantico di Tiziana Sassoli presenta una preziosa mostra di Zhang Dali, artista cinese di fama internazionale, nella prestigiosa sede di Casa Pepoli Bentivoglio in Via de’ Pepoli 6e a Bologna.

Fondantico opera da oltre trent’anni con competenza e professionalità all’interno del segmento dell’arte, orientando all’acquisto collezionisti e amatori italiani ed esteri

Oltre alle mostre organizzate nella propria galleria Tiziana Sassoli partecipa alle più importanti esposizioni nazionali e internazionali tra le quali la Biennale di Firenze, London Art Week e TEFAF; inoltre numerose opere d’arte della galleria sono state acquistate da musei nazionali e internazionali, fondazioni, banche, istituzioni pubbliche e private.

In questa mostra saranno esposti e in vendita sculture e dipinti tra i più rilevanti della pluridecennale carriera di Zhang Dali.

Zhang Dali è nato a Harbin nel 1963. Dopo la laurea all’Accademia Centrale di Belle Arti e Design di Pechino sceglie di intraprendere la strada di artista professionale e indipendente. Vive a Bologna per 5 anni, tra il 1989 e il 1995. È molto legato alla città, dove ha conosciuto i graffiti, che successivamente ha portato in Cina, scatenando un accesso dibattito pubblico sul rapporto tra modernizzazione urbana e arte.

In oltre trent’anni ha esposto in 270 mostre in tutto il mondo. Le sue opere sono fortemente legate ai problemi sociali della realtà che lo circonda: urbanizzazione e vivibilità delle metropoli, rapporto tra individuo e collettività, migrazione dalla campagna alla città, eguaglianza dei diritti e diseguaglianza economica, pervasività dei nuovi media e manipolazione dell’immagine fotografica.

I suoi mezzi espressivi sono molteplici: dipinti, fotografia, scultura come anche installazioni e performance. Come afferma in una recente intervista: “Prima penso al contenuto, al messaggio, dopo penso al mezzo tecnico migliore per esprimerlo”. Zhang Dali non arretra di fronte alle difficoltà tecniche di lavorare con nuovi materiali, continua a esplorare e sperimentare.

Ha esposto nei più importanti musei del mondo: il MoMA e il MET di New York, il V&A Museum di Londra, il COBRA di Amsterdam e il Beelden aan Zee de L’Aia, numerosi musei in Cina, Giappone e Corea del Sud. Oltre venti musei nel mondo hanno acquisito le sue opere.
Vive e lavora a Pechino.





Alcune delle mostre principali

New Photography and Video from China, Victoria and Albert Museum, Londra
China Now, CoBrA Museum of Modern Art, Amsterdam
Logan Collection, San Francisco MOMA, San Francisco
Faking it - Manipulated Photography before Photoshop, MET, New York
Beside City! Be Cityside!, Hefei Financial Harbor, Hefei, China
Meta-morphosis, Palazzo Fava, Bologna
Body and Soul, Museum Beelden aan Zee, The Hague, Olanda
Permanence and Impermanence - New Works by Zhang Dali, Beijing Minsheng Art Museum, Pechino
From Reality to Extreme Reality Zhang Dali Retrospective Research Exhibitions, United Museum, Wuhan
Audacious: Contemporary Artists Speak Out Denver Art Museum, Denver
Vile Bodies, White Rabbit Gallery, Sidney
New Photography 2011, MoMA, New York
Speech Matters, Danish Pavillion, 44a Biennale di Venezia, Venezia
41st edition of the Rencontres d’Arles, Espace Van Gogh, Arles
A Second History, Singapore ArtScience Museum, Singapore
Pervasion, He Xiangning Art Museum, Shenzhen, China