Xilografia italiana 1900-1950

Roma - 20/02/2016 : 12/03/2016

La Galleria Prencipe ospita la rassegna dedicata alla xilografia italiana, già presentata presso il Museo Adolfo De Carolis di Montefiore dell’Aso e il Civico museo d’arte moderna e contemporanea di Anticoli Corrado.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA PRENCIPE
  • Indirizzo: via Ludovico di Monreale, 42-44 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 20/02/2016 - al 12/03/2016
  • Vernissage: 20/02/2016 ore 18
  • Generi: collettiva, disegno e grafica
  • Orari: dal giovedì al sabato dalle ore 16.30 alle ore 19.30

Comunicato stampa

La Galleria Prencipe ospita la rassegna dedicata alla xilografia italiana, già presentata presso il Museo Adolfo De Carolis di Montefiore dell’Aso e il Civico museo d’arte moderna e contemporanea di Anticoli Corrado. Si è ritenuto, infatti, doveroso accogliere tale rassegna nello spazio dedicato a Umberto Prencipe (1879-1962), uno dei grandi maestri dell’incisione del Novecento italiano, nonché docente di incisione presso le accademie di belle arti di Lucca, Napoli e Roma



La mostra si apre con un omaggio ad Adolfo De Carolis, artista attraverso il quale la xilografia, tecnica di stampa su matrici in legno, aveva conosciuto in Italia una stagione di particolare fortuna a inizio Novecento. Sono, poi, esposte opere di Duilio Cambellotti e di altri importanti maestri che segnarono i vertici di quest’arte difficile ed aristocratica: Arturo Martini e Roberto Melli.

In mostra anche gli allievi di De Carolis, che partendo dai grafismi neomichelangioleschi del maestro seppero trovare una loro strada, raggiungendo in alcuni casi vertici di assoluta perfezione stilistica: Francesco Nonni (mirabili le sue incisioni a colori), Antonello Moroni, Gino Barbieri, Diego Pettinelli, Bruno da Osimo, etc. Una sezione è dedicata anche alla secessione espressionista nata da una costola della rivista “L’Eroica”: Lorenzo Viani, Benvenuto Disertori ed Emilio Mantelli - veri innovatori del segno xilografico - passando attraverso gli artisti della scuola sarda - Remo Branca, Mario Delitala e Felice Melis Marini.

Il catalogo della mostra, curato da Stefano Papetti ed edito dalle Edizioni La Cometa di Roma, si avvale dei contributi di Stefano Papetti e Francesco Parisi.


Nell’ambito della rassegna, venerdì 11 marzo alle ore 18.00 si terrà una conferenza di Francesco Parisi sul tema della Xilografia italiana 1900-1950.

Francesco Parisi, artista e titolare della cattedra di incisione dell’Accademia di belle arti di Macerata, ripercorrerà la storia della xilografia nel primo Novecento italiano, con particolare attenzione tanto agli aspetti storici quanto agli aspetti tecnici. Nel corso della conferenza verrà presentato e sarà possibile visionare il materiale documentario (cataloghi di mostre e riviste d’epoca) di proprietà dell’Archivio Umberto Prencipe.





La Galleria Prencipe

La Galleria Prencipe, nata pochi mesi fa da un progetto di Teresa Sacchi Lodispoto e Sabrina Spinazzè, è situata a Roma nel quartiere Monteverde Vecchio ed è lo spazio in cui hanno sede l'Archivio Umberto Prencipe e l'Archivio dell'Ottocento Romano.

La Galleria comprende una sala espositiva dedicata a ospitare mostre d'arte, corsi e conferenze, e due ambienti che accolgono la biblioteca, la collezione di dipinti, disegni e incisioni, il cospicuo materiale d'archivio - scritti autografi, rassegna stampa e fotografie, presenti nello studio dell'artista Umberto Prencipe al momento della sua scomparsa, nonché tutto il materiale documentario di proprietà dell'Archivio dell'Ottocento Romano. Si propone come punto di riferimento per tutti gli studiosi del periodo, ma anche come luogo in dinamico dialogo con il presente attraverso esposizioni e iniziative legate all'arte contemporanea.