Windows

Spoleto - 24/06/2021 : 11/07/2021

Una mostra collettiva nell'ambito della 64a edizione del Festival dei Due Mondi, curata da Teodora di Robilant. È la prima di una serie di mostre in collaborazione con la Galleria Alessandra Bonomo realizzate per il Chiostro di San Nicolò.

Informazioni

  • Luogo: CHIOSTRO DI SAN NICOLO'
  • Indirizzo: Via Gregorio Elladio - Spoleto - Umbria
  • Quando: dal 24/06/2021 - al 11/07/2021
  • Vernissage: 24/06/2021
  • Curatori: Teodora di Robilant
  • Generi: arte contemporanea, collettiva

Comunicato stampa

La mostra collettiva WINDOWS si inaugura nell’ambito della 64a edizione del Festival dei Due Mondi di Spoleto. È la prima di una serie di mostre a cura di Teodora di Robilant in collaborazione con la Galleria Alessandra Bonomo realizzate per il Chiostro di San Nicolò. Il complesso è un centro culturale attivo sin dagli anni Sessanta, dove nel 1972 si realizza la mostra “420 West Broadway” con 33 artisti rappresentati da Leo Castelli, André Emmerich, Ileana Sonnabend e John Weber; e la prima opera pubblica Wall Drawing #136 di Sol Lewitt a Spoleto



WINDOWS offre una ricerca nell’ambito della natura con l’interesse di mettere in risalto le diverse visioni di forme naturali attraverso l’interpretazione degli artisti. La mostra include una selezione di lavori di artisti internazionali che riportano a considerazioni sull’attuale stato della natura e il nostro rapporto con essa. L’interesse per l’ambiente naturale si esprime attraverso molteplici materiali: video, installazioni, foto e dipinti. I lavori indagano inoltre il ruolo degli elementi naturali nei contesti d’arte che possono dare origine a nuovi linguaggi e a molteplici letture della realtà circostante.

La luce naturale penetra nell’ambiente attraverso le ampie finestre del chiostro, dando allo spazio espositivo una continuità con l’esterno. Ogni artista presenta un singolo progetto, un’opera ma anche un insieme di lavori che disegna la visione di un lavoro unitario. WINDOWS mette a confronto artisti di luoghi diversi, creando un’affinità visiva e dei punti di contatto inaspettati.
La mostra include lavori realizzati appositamente per l’occasione.

Lavori di: Annie Ratti, Baldassarre Mario, Calixto Ramirez Correa, Delfina Scarpa, Giorgio Orbi, Harry Adams, Kazuko Miyamoto, Lucrezia de Fazio, Lulù Nuti, Margaux Bricler, Miguel Sbastida, e Thomas Hutton.