Una giornata per festeggiare l’uscita del primo documentario catastrofico sulla Street Art: Exit Through the Gift Shop di Banksy.

Informazioni

  • Luogo: FABBRICA DEL VAPORE
  • Indirizzo: Via Giulio Cesare Procaccini 4 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 16/11/2011 - al 16/11/2011
  • Vernissage: 16/11/2011 ore 20.30 su invito
  • Autori: Banksy
  • Generi: presentazione, incontro – conferenza, serata – evento
  • Orari: Exit Through the Gift Shop: prima proiezione su invito ore 20.30; seconda proiezione libera fino ad esaurimento posti ore 22.30. Party e live painting street artist dalle 22.00 alle 3.00
  • Sito web: www.madeinart.it
  • Email: info@madeinart.it
  • Uffici stampa: DELOS

Comunicato stampa

WE ARE ALL FAKES!
Arte della sovversione o sovversione dell’arte?

Una giornata per festeggiare l’uscita del primo documentario catastrofico sulla Street Art: Exit Through the Gift Shop di Banksy

Mercoledì 16 novembre nella Cattedrale della Fabbrica del Vapore di Milano si terrà WE ARE ALL FAKES! - Arte della sovversione o sovversione dell’arte?, una giornata organizzata da Feltrinelli e Pfa Film in collaborazione con MADEINART, interamente dedicata alla Street Art e ad uno dei suoi dei suoi protagonisti più bizzarri e anticonformisti: l’artista inglese Banksy



L’appuntamento è stato ideato in occasione dell’uscita in Italia del Dvd di Exit Through the Gift Shop (collana Feltrinelli Real Cinema), uno dei più provocatori film realizzati sul mondo dell’arte, diretto da Banksy. Per l’occasione sono state organizzate due proiezioni del film proprio alla Fabbrica del Vapore, alle 20.30 (su invito) e alle 22.30 (accesso libero fino ad esaurimento posti), dopo un breve intervento di presentazione del celebre e misterioso regista, alle 20.

Le proiezioni avverranno nella Cattedrale della Fabbrica del Vapore, dove è esposta la monumentale opera di Anish Kapoor, Dirty Corner, prodotta dal Comune di Milano e da MADEINART e curata da Gianni Mercurio e Demetrio Paparoni (fino all’8 gennaio 2012). Dalle 20.00 l’installazione sarà visibile ad ingresso ridotto (4€ e non 6€).

Inoltre, nel programma della serata un live painting di OZMO, uno dei pionieri della street art italiana e il primo a portare questa corrente in un contesto istituzionale. Accanto all'intervento dell'artista anche la presentazione dell’opera Phoebe Zeitgeist appare a Milano – azione di strada/video-foto, installazione teatrale abitabile di PhoebeZeitgeistTeatro, realizzata in collaborazione con Fondazione Mudima e Teatridithalia.

Dj set di Giulia Centofante e NIC SARNO dalle 22.00 alle 3.00.

Il tema della giornata è anche protagonista del workshop ARTE E COMUNICAZIONE “INFILTRATE THE MASSES”, organizzato da MADEINART nei giorni di martedì 15 e mercoledì 16 (dalle 11.00 alle 18.30) novembre alla Fabbrica del Vapore e dedicato alla guerrila art, con relatori Pietro Nocita e PhoebeZeitgeistTeatro, (Francesca Maria Consonni, Antonio Caronia e Giuseppe Isgrò). Dopo un’introduzione che spazierà dal movimento dada ai culture jammer, i partecipanti realizzaranno un progetto di guerrilla art. Il workshop fa parte delle attività gratuite organizzate da MADEINART durante la mostra di Anish Kapoor alla Fabbrica del Vapore ed è rivolto a giovani artisti, creativi, performer, filmaker. Il numero massimo dei partecipanti è di 20 persone (iscrizioni al +39 3488886105 o scrivendo a [email protected] Nella mail vanno indicati i dati personali e un numero di telefono; nell’oggetto della mail va specificato “iscrizione -infiltrate the masses”).


Presentato nel 2010 al Festival di Berlino e al Sundance Film Festival, Exit Through the Gift Shop ha ottenuto diversi riconoscimenti dalle associazioni di critici cinematografici statunitensi ed è stato candidato agli Oscar 2011 come miglior documentario. Definito un "disaster movie", offre un’inedita storia della Street Art degli ultimi dieci anni e rispecchia lo spirito di Banksy, umoristico e talvolta sarcastico. Dalla storia e, soprattutto, dall'incredibile quantità di preziosi materiali filmati si capisce chiaramente la posizione militante del celebre street artist inglese sull’arte contemporanea e la sua volontà di democratizzazione dell’arte stessa.
Banksy, uno dei maggiori esponenti della Street Art, espone le sue opere in luoghi di importanza simbolica. Cresciuto a Bristol, in Inghilterra, non ha mai svelato la sua vera identità. La sua carriera inizia alla fine degli anni Ottanta a Bristol, dove nel 1998 organizza con l'amico Inkie, leggenda nel mondo dei graffiti, l'enorme raduno di graffitari “Walls On Fire”, che richiama artisti da tutta Europa, Gli stencil di Banksy sono caratterizzati da immagini singolari ed umoristiche, a volte accompagnate da slogan, contro la guerra, anti-capitalistiche e anti-istituzionali. Nonostante la recente fama mondiale e le notevoli quotazioni delle sue opere, continua a rimanere fuori dallo star system e a portare la sua arte in mezzo alla gente comune.

Quando
16 novembre: Exit Through the Gift Shop: prima proiezione su invito ore 20.30; seconda proiezione libera fino ad esaurimento posti ore 22.30.
Party e live painting street artist dalle 22.00 alle 3.00
15 e 16 novembre: workshop ARTE E COMUNICAZIONE “INFILTRATE THE MASSES”, dalle 11.00 alle 18.30