Volpi e leoni. I Medici Machiavelli e la rovina d’Italia

Milano - 02/03/2016 : 02/03/2016

Presentazione del volume Volpi e leoni. I Medici, Machiavelli e la rovina d’Italia di Marcello Simonetta.

Informazioni

Comunicato stampa

Presentazione del volume
Volpi e leoni. I Medici, Machiavelli e la rovina d’Italia
di Marcello Simonetta

mercoledì 2 marzo 2016, ore 19.00

NONOSTANTE MARRAS
Via Cola di Rienzo 8 – Milano

Introduce Francesca Alfano Miglietti
Intervengono Matteo Bordone, Federico Chiara, Geppi Cucciari
Conclude Marcello Simonetta, autore del libro


COMUNICATO STAMPA
Mercoledì 2 marzo 2016 alle ore 19.00 nello spazio NONOSTANTE MARRAS incontro con Marcello Simonetta, per la presentazione del suo ultimo libro Volpi e leoni. I Medici, Machiavelli e la rovina d’Italia, edito da Bompiani


Alla presentazione intervengono Matteo Bordone, Federico Chiara e Geppi Cucciari, moderati da Francesca Alfano Miglietti, con la conclusione dell’autore, Marcello Simonetta.
Il volume, ambientato nella Firenze rinascimentale degli intrighi di corte medicei, è lo spunto da cui si articola una chiacchierata sull'Italia eternamente corrotta ma creativa, sul modo di raccontare la storia in una società sempre più “smemorata”.
Le vicende del Rinascimento fiorentino, spesso salutato come novella età dell’oro, svelano gli ambienti e le realtà in cui si è sviluppata quella culla di vizi e virtù che distingue la storia della politica italiana ancora ai giorni nostri.
Il romanzo racconta le vicende familiari della famiglia de’ Medici dal 1492, morte di Lorenzo il Magnifico, al 1527, data del sacco di Roma, con un’attenzione per il susseguirsi degli eventi storici e ricostruzioni minuziose dove c’è niente di inventato: i dettagli più inverosimili, gli avvenimenti più incredibili, le coincidenze più improbabili, i presagi più inverificabili sono tutti veri e comprovati.
La domanda cardine della discussione rimane sempre la stessa: si può davvero imparare dalla Storia? Quella magistra vitae che insegnano fin dai primi anni di scuola è davvero foriera di un sapere evolutivo?
Le analogie tra ora e allora sono innumerevoli: le transazioni di denaro connesse all’esercizio del potere (dal 1512 al 1527, per sovvenzionare i papi della famiglia Medici, Firenze stanziò a fondo perduto quattro milioni di ducati), l’estorsione di debiti e favori, l’arrivismo, la concussione, il mantenimento del consenso popolare attraverso mezzi demagogici, la connessione e l’interconnessione tra politica e finanza. Il romanzo consente di cogliere un’inquietante somiglianza tra la «corte dei miracoli» di Leone X, il primo papa de’ Medici e la Roma dell’ultimo ventennio.

Marcello Simonetta, note biografiche
Marcello Simonetta, laureato a Roma, ha conseguito un dottorato alla Yale University. È stato documentarista, curatore di mostre e consulente di videogiochi di grande successo. Tra i suoi libri ricordiamo Rinascimento segreto.
Il mondo del segretario da Petrarca a Machiavelli (2004), L’enigma Montefeltro (2008), tradotto in quattro lingue, Il fratello ribelle di Napoleone, scritto a quattro mani con Noga Arikha (Bompiani, 2011), La congiura della verità (2012). Vive a Parigi, dove insegna Storia e Scienze politiche.

Milano, febbraio 2016