Viva Molise Viva!

Venezia - 01/07/2017 : 15/07/2017

Come curatore del Padiglione Armenia, ospitato all’interno del prestigioso Palazzo Cà Zenobio, Giorgio Grasso in collaborazione all’associazione culturale SM’Art!- L’arte Sm! di Isernia ha aperto le porte del padiglione ad una rappresentanza di artisti molisani e delle regioni limitrofe.

Informazioni

Comunicato stampa

Christine Marcel, direttrice della 57^ Biennale di Venezia, ha pensato ad un fil rouge dal titolo “Viva Arte Viva”, che apre ad uno scenario molto preciso nei temi e a mostre nella mostra. È inutile sottolineare l’importanza che un evento come la Biennale riscuote nel mondo della cultura, così come è importante per la nostra società ed il nostro imprinting turistico

Come curatore del Padiglione Armenia, ospitato all’interno del prestigioso Palazzo Cà Zenobio, Giorgio Grasso in collaborazione all’associazione culturale SM’Art!- L’arte Sm! di Isernia ha aperto le porte del padiglione ad una rappresentanza di artisti molisani e delle regioni limitrofe. Questa rappresentanza di artisti esporrà a Venezia dal 1 al 15 luglio, dove già è presente, per la Biennale, l’opera dell’artista internazionale Miro Persolja. Una mostra che presenta il variegato panorama artistico che l’arte offre, dalle superfici piane a quelle tridimensionali, dalla pittura alla scultura alla fotografia, gli artisti propongono interessanti soluzioni comunicative visive, ognuno con proprie caratteristiche.
La cura della mostra, oltre al critico d’arte Giorgio Grasso, è affidata a Gioia Cativa storico dell’arte e Antonio Pallotta, presidente dell’associazione SM’Art!. Gli artisti partecipanti alla mostra sono i seguenti: Sonia Babini, Arturo Beltrante, Gino Berardi, Domenico Bindi, Mina Cappussi, Carma, Mariagrazia Colasanto, Mario Costa, Luigi d’Alimonte, Aldo Delli Carpini, Rossano di Cicco Morra, Rosamaria Faralli, Salvatore Fiore, Walter Giancola, Elio Lucente, Venanzio Marra, Dora Mazzuto, Roberto Melfi, Monaco Lucio, Antonio Pallotta, Alex Succi, Cristina Valerio, Enzo Valerio, Maria Ventura.