Musica, costumi e danza si fondono insieme dando vita ad uno spettacolo in cui si assapora l'equilibrio e la simmetria delle vesti vere e proprie "architetture per i corpi"che seguono le forme del movimento.

Informazioni

  • Luogo: TEATRO NICCOLINI
  • Indirizzo: Via Santa Maria Di Costantinopoli 107 - Napoli - Campania
  • Quando: dal 11/10/2014 - al 11/10/2014
  • Vernissage: 11/10/2014 ore 11.30
  • Generi: performance – happening, serata – evento, musica, teatro, danza
  • Email: us.accademiadinapoli@gmail.com
  • Patrocini: promosso dalla Fondazione Plart di Napoli

Comunicato stampa

Nella decima edizione della giornata del contemporaneo sabato 11 ottobre Il Festival Internazionale del Design promosso dalla Fondazione Plart di Napoli presenta nei prestigiosi spazi del Teatro Antonio Niccolini dell'Accademia di Belle Arti di Napoli l'esclusiva performance di danza e musica "Vita e Morte e Fiori" coreografia e danza a cura di Atsushi Takenochi, costumi ed ideazione di Sonia Biacchi con l'accompagnamento musicale di Hiroko Komiya


Musica, costumi e danza si fondono insieme dando vita ad uno spettacolo in cui si assapora l'equilibrio e la simmetria delle vesti vere e proprie "architetture per i corpi"che seguono le forme del movimento. Tela da surf, stecche di balena sintetiche, polistirolo, tessuto per vele, fibra di vetro, questi i materiali inediti per il settore scelti da Sonia Biacchi impegnati ad accompagnare il corpo fino a unirsi completamente con lo stesso attraverso un linguaggio minimalista scandito dalla musica di Hiroko Komiya, che creata dal vivo con materiali naturali quali l’acqua, i sassi, il bambolo, le foglie, le conchiglie del mare e gli strumenti a percussione, adegua il suono all’evoluzione dell’evento teatrale.
"Io devo percepire l’anima del costume e danzare insieme a lei facendola incontrare con la mia stessa anima. Entrambe le anime si fondono gradualmente, così che io le senta come una parte del mio corpo."Atsushi Takenochi.
La Fondazione Plart sceglie lo spettacolo "Vita e morte e Fiori"per concludere la seconda edizione del Festival in continuità con la sua programmazione.