Viron Erol Vert – Atom Soul Senses

Firenze - 13/05/2022 : 29/07/2022

Viron Erol Vert utilizza il padiglione nel giardino della Villa come spazio di relazione luminoso.

Informazioni

  • Luogo: VILLA ROMANA
  • Indirizzo: Via Senese 68 - Firenze - Toscana
  • Quando: dal 13/05/2022 - al 29/07/2022
  • Vernissage: 13/05/2022
  • Autori: Viron Erol Vert
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Da martedì a venerdì 14.00 – 18.00 e su appuntamento in ottemperanza alle normative anti-Covid

Comunicato stampa


Viron Erol Vert utilizza il padiglione nel giardino della Villa come spazio di relazione luminoso. Le facciate di vetro sono ricoperte da 32 lamine di colore diverso, all‘interno sei corpi geometrici fungono da organi di contatto e altrettanti ventilatori lasciano svolazzare nastri di velluto. Su di essi ci sono scritte citazioni dal "De Rerum Natura" di Lucrezio. Viron Erol Vert ha letto questo libro durante il suo soggiorno a Firenze nel 2018

Scritto nel I secolo a.C., questo "poema dottrinale" in sei volumi è un testo religioso critico sulla costruzione della società e della cultura in un mondo di atomi. Viron Erol Vert riprende l‘impulso del poeta e filosofo romano di contrapporre la "calma della mente" alla paura e crea uno spazio minimalista per essa.

Negli ultimi anni, Viron Erol Vert ha creato diversi spazi di fuga impressionanti e allucinatori, a partire dal "Dreamatory’"del 2017 a Berlino, l‘"Ambereum" alla Biennale di Riga (RIBOCA) nel 2018 e, infine, al Roskilde Festival in Danimarca nel 2019. Sono tutti spazi che filtrano il mondo esterno, creano zone tranquille per la meditazione, la riflessione e gli incontri. In sei serate durante i mesi di MANIFESTIAMO (maggio-luglio), il padiglione di Villa Romana darà spazio a concerti, letture di poesia, sezioni di ascolto e performance.

Viron Erol Vert è un artista visivo che vive tra Berlino, Atene e Istanbul. La sua personale impronta culturale tra il Nord Europa e il Mediterraneo si riflette in tutte le sue opere, che si ispirano a narrazioni familiari, testi scientifici, religiosi e identità multi- culturali. Nel 2018, ha vissuto a Firenze come vincitore del Premio Villa Romana.