Vincenzo Piazza – Incisioni e disegni per sognatori stanchi

Biella - 15/09/2012 : 27/10/2012

La Galleria Sant’Angelo inaugura la nuova stagione con una esposizione di lavori dell’artista siciliano Vincenzo Piazza: la mostra propone oltre trenta opere tra disegni, tecniche miste ed acqueforti.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA SANT'ANGELO
  • Indirizzo: Corso Del Piazzo 18 - Biella - Piemonte
  • Quando: dal 15/09/2012 - al 27/10/2012
  • Vernissage: 15/09/2012 ore 17
  • Autori: Vincenzo Piazza
  • Generi: personale, disegno e grafica
  • Orari: giovedì, venerdì, sabato ore 15.30 / 19.00

Comunicato stampa

La Galleria Sant’Angelo inaugura la nuova stagione con una esposizione di lavori dell’artista siciliano Vincenzo Piazza: la mostra propone oltre trenta opere tra disegni, tecniche miste ed acqueforti


Piazza è un artista raffinato, nelle cui opere figurative si coniuga una tecnica elaborata in anni di lavoro appassionato con soggetti che evocano atmosfere di sogno: il filo conduttore del suo lavoro si snoda infatti attraverso un percorso a cavallo tra il reale e l’onirico, dove il sogno non è che un modo di raccontare la realtà e da cui l’autore trae innumerevoli spunti per utilizzare in piena libertà creativa tutte le infinite sfumature delle arti grafiche.
I disegni a matita, le delicate tecniche miste e le incisioni ad acquaforte rivelano il carattere inconfondibile e peculiare che caratterizza la produzione di un autore che ha fatto del “segno” il canone espressivo del proprio linguaggio artistico.
“Incisioni e disegni per sognatori stanchi” è la proposta per un viaggio fantastico, capace di coinvolgere e trasportare l’osservatore in una dimensione d’incanto tra suggestivi e magici interni o in esterni popolati da visioni fiabesche.
I disegni in mostra sono illustrati in un’elegante volume (Edizioni dell’Angelo) che ha ispirato un racconto di Maria Antonietta Spadaro.

Vincenzo Piazza è nato a Catania nel 1959 ed ha compiuto gli studi universitari, conseguendo la laurea in Architettura a Palermo. L’inizio dell’attività artistica è segnato dall’interesse verso le tecniche dell’incisione che inizia a praticare nel 1985. I suoi esordi sono caratterizzati dalla rappresentazione grafica di reperti archeologici, elementi vegetali e strutture architettoniche che indagano il rapporto natura / artificio attraverso piccole deviazioni di senso. E’ del 1987 la sua prima mostra personale allestita alla Galleria Tasso di Bergamo. Negli anni 1987 e 1988 ha frequentato i corsi di calcografia e litografia presso l’Accademia “Raffaello” di Urbino. Le sue opere grafiche sono realizzate prevalentemente con la tecnica dell’acquaforte. Attualmente vive e lavora a Palermo.