Verona Walls #1 – Tellas

Verona - 30/11/2014 : 30/11/2014

Veniceberg con il suo progetto Verona Walls vuole dare un piccolo segnale valorizzando un'area suburbana attraverso interventi di Street Artists italiani ed internazionali.

Informazioni

Comunicato stampa

Un progetto di VENICEBERG Associazione Culturale e FaMa Projects
a cura di Masha Facchini e Francesco Martinelli

'There is no world without Verona walls'

Se Shakespere affermava non esserci mondo fuori dalle Mura di Verona, oggi i confini si espandono ben oltre le mura antiche della città. Nuove mura che includono un Nuovo Mondo, una Nuova Verona.
Nella società contemporanea le periferie hanno assunto un ruolo attivo nella vita culturale e sociale

Esse sembrano accomunate da un destino beffardo: molto tempo è necessario per costruire un tessuto sociale, reti di quartiere, luoghi dignitosi, magari belli in cui vivere e poco tempo perché questi si degradino, perché le cose tornino al punto di partenza o magari anche più indietro.

È importante riprendere l’antica questione della periferia urbana, centro dei dibattiti di architettura fin dagli anni Cinquanta. Oggi si presenta con chiarezza la necessità di estenderne le qualità polifunzionali, di mescolanza sociale e di presenza di servizi efficienti attuando l’idea del progetto come modificazione creativa.

Veniceberg con il suo progetto Verona Walls vuole dare un piccolo segnale valorizzando un'area suburbana attraverso interventi di Street Artists italiani ed internazionali. Un'area, per ora, limitata ai due grandi muri di pertinenza dell'associazione ma con il sogno e la finalità che tale progetto si ampli su altri muri per riqualificare interi quartieri di Verona.

Il primo artista selezionato per il progetto 2014 è TELLAS.

Classe 1985, Tellas nasce a Cagliari nel 1985 e ha studiato all’accademia di belle arti di Bologna.
Rappresenta e astrae la natura attraverso la pittura murale, l’ illustrazione , le tecniche di stampa e installazioni con oggetti di uso comune.
Gli elementi essenziali del suo lavoro sono fatti di luce, ombra, spazio , forma , segno e leggerezza.
In questi anni ha dipinto in varie città, partecipato a diversi festival e collaborato con diversi artisti legati alla scena street art europea
come Ericailcane, Blu, Dem, 108, Escif, San, Moneyless, e altri ancora.
Dal 2010 , assieme all’illustratrice Martina Merlini, porta avanti un progetto chiamato “Asylum”, un analisi continua sul mondo
dei volatili, attraverso disegni, tecniche di stampa e installazione con materiali naturali.
Nel 2011ha prodotto il suo primo video di animazione “On Marni”, per la fashion label Marni, con seguente mostra a Miami, in occasione di Art Basel Miami.
Sempre nel 2011 ha tenuto un workshop sul tema de “la forma e lo spazio”, al K.I.R. di Stavanger, in Norvegia.
Nel 2014, con “Apparizione naturale”, dipinge l’ intero edificio della scuola Dalla Chiesa , a Roma.
Le ultime tappe sono state Parigi (Fr) per “La Tour 13” , e Mosca (Ru) per “Artmosphere”,l a prima biennale di streetart .