Venezia e lo Studio Glass Americano

Venezia - 06/09/2020 : 10/01/2021

Esposizione di una straordinaria selezione di opere in vetro di artisti e designer americani, che - con oltre 150 pezzi provenienti dagli Stati Uniti e dall’Europa - esamina per la prima volta l’influenza dell’estetica e delle tradizionali tecniche di lavorazione del vetro veneziano nello Studio Glass americano, dagli anni Sessanta ad oggi.

Informazioni

Comunicato stampa

pre il 6 settembre 2020 l’esposizione di una straordinaria selezione di opere in vetro di artisti e designer americani, che - con oltre 150 pezzi provenienti dagli Stati Uniti e dall’Europa - esamina per la prima volta l’influenza dell’estetica e delle tradizionali tecniche di lavorazione del vetro veneziano nello Studio Glass americano, dagli anni Sessanta ad oggi

Nella Sala Carnelutti il pubblico potrà ammirare Laguna Murano Chandelier, spettacolare opera in vetro realizzata a Murano nel 1996 da Dale Chihuly insieme Pino Signoretto e Lino Tagliapietra e mai esposta prima d’ora al di fuori degli Stati Uniti

La diciottesima mostra del progetto LE STANZE DEL VETRO è Venezia e lo Studio Glass Americano, curata da Tina Oldknow e William Warmus, già curatori di vetro moderno e contemporaneo al The Corning Museum of Glass di New York. Mettendo in luce la varietà dell’arte e del design nel vetro americano contemporaneo, la mostra presenta opere d’impatto e stimolanti, tradizionali e innovative. È aperta al pubblico sull’isola di San Giorgio Maggiore dal 6 settembre 2020 al 10 gennaio 2021.

Con 155 eccezionali pezzi tra cui vasi, sculture e installazioni in vetro create da 60 artisti, americani e veneziani, questa mostra è la prima a esaminare attentamente l’influenza che l’estetica e le tradizionali tecniche di lavorazione del vetro veneziano hanno avuto sullo Studio Glass americano dagli anni Sessanta ad oggi.

Tra i pezzi più signifi cativi proposti da Venezia e lo Studio Glass Americano un posto d’onore spetta a Laguna Murano Chandelier, la spettacolare opera in vetro realizzata a Murano nel 1996 da Dale Chihuly insieme ai maestri Pino Signoretto e Lino Tagliapietra ed esposta – per la prima volta al di fuori degli Stati Uniti – nella Sala Carnelutti della Fondazione Giorgio Cini. Testimonianza tangibile della lunga collaborazione e contaminazione avvenuta tra artisti americani e veneziani nel vetro americano contemporaneo, il Laguna Murano Chandelier fu realizzato per il progetto “Chihuly Over Venice”, che consisteva nell’installare una serie di sculture sia all’esterno che all’interno della città lagunare: nonostante il lampadario fosse stato creato per l’occasione, non è mai stato esposto al di fuori degli Stati Uniti.