Velasco Vitali – Foresta Rossa

Milano - 19/02/2013 : 16/04/2013

Foresta Rossa è un punto d’approdo ideale (e per questo forse impossibile) di quella riflessione sui luoghi urbani dimenticati dalla contemporaneità che ha coinvolto Velasco Vitali negli ultimi anni. E’ un reportage visionario su urbanistiche casuali e architetture al limite del fantastico e della surrealtà.

Informazioni

  • Luogo: FONDAZIONE CORRENTE
  • Indirizzo: Via Carlo Porta 5 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 19/02/2013 - al 16/04/2013
  • Vernissage: 19/02/2013 ore 18
  • Autori: Velasco Vitali
  • Curatori: Jacopo Muzio, Deianira Amico
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Ma r t e d ì , me r c o l e d ì , g i o v e d ì 9 - 12. 30 / 15 - 18. 30 Ve n e r dì 1 5 - 18. 30
  • Biglietti: ingresso libero
  • Patrocini: di Regione Lombardia, Provincia di Milano, Comune di Milano,Triennale di Milano. Con il contributo di Fondazione Cariplo
  • Uffici stampa: STUDIO LUCIA CRESPI, IC INSIGHT COMMUNICATIONS
  • Editori: SKIRA

Comunicato stampa

PREMESSA
Foresta Rossa è un punto d’approdo ideale (e per questo forse impossibile) di quella riflessione sui luoghi urbani dimenticati dalla contemporaneità che ha coinvolto Velasco Vitali negli ultimi anni

E’ un reportage visionario su urbanistiche casuali e architetture al limite del fantastico e della surrealtà, ispirato a una ricerca di immagini e luoghi reali che costituiscono l’elemento centrale del percorso iniziato da Velasco Vitali con i progetti installativi di Sbarco a Pietrasanta (2010, Chiesa e Chiostro di Sant’Agostino e Piazza del Duomo) e Sbarco a Milano (2010, Piazza Duca D’Aosta e Palazzo Reale) ed evolutosi recentemente con Foresta Rossa (2012 e 2013, Isola Madre, Lago Maggiore, Stresa).


CITTA’ ABBANDONATA
Fondazione Corrente, istituzione storica milanese da sempre luogo di studio e approfondimento sulle evoluzioni artistiche, sociali e urbanistiche, ospita la prima tappa del progetto Foresta Rossa, che sarà installata sull’Isola Madre a Stresa (16 marzo - 21 ottobre
2013) e alla Triennale di Milano (luglio - agosto 2013).
In linea con la sua vocazione, la Fondazione vuole raccontare il percorso ideativo e le riflessioni alla base del progetto Foresta Rossa. Attraverso l’allestimento che si snoda tra la biblioteca e la storica sala espositiva al piano sottostante, si osservano dipinti, bozzetti e disegni preparatori che riassumono e illustrano il percorso progettuale e tematico delle successive installazioni di Foresta Rossa: quella sul Lago Maggiore, dedicata alle opere scultoree, e quella in Triennale a Milano, in cui saranno esposti dipinti e disegni.


OPERE IN MOSTRA
Dipinti e disegni su carta, 2012-2013, dimensioni varie e tecniche miste
Foresta Rossa, 2013, gesso, 80 x 80 x 80 (circa) cm



VELASCO VITALI. BIOGRAFIA
L’inizio è segnato dall’incontro con Giovanni Testori e la partecipazione alla mostra Artisti e Scrittori presso la Rotonda della Besana di Milano. Nel 2004 Electa pubblica Velasco 20, monografia sui primi vent’anni di lavoro con un contributo di Giulio Giorello. Extramoenia (2004-2005) è un’esposizione voluta dalla Regione Sicilia, allestita a Palermo (Palazzo Belmonte Riso) e a Milano (Palazzo della Ragione). Nel 2005 entra a far parte della collezione del MACRO. Realizza, con la cura di Danilo Eccher, Immagini, forme e natura delle Alpi (2007) e LATO4 (2008). A cura di Fernando Mazzocca e Francesco Poli è Sbarco (2010), allestito in piazza Duomo e nel complesso di Sant’Agostino a Pietrasanta e a Milano in Piazza Duca D'Aosta e Palazzo Reale. Nel 2011 è invitato al Padiglione Italia della Biennale di Venezia dove espone Veidrodis, la Galleria LKFF di Bruxelles ospita la sua personale Branco, e viene pubblicato Apriti Cielo, volume edito da Skira che raccoglie acquerelli sul tema del sacro: tra questi figurano alcuni dei disegni realizzati per la pagina culturale de “Il Corriere della Sera”, con cui collabora dal 2007. Nel 2012 realizza Foresta Rossa, intervento artistico sull’Isola Madre (Stresa) e a Verbania, a cura di Luca Molinari.



LA FONDAZIONE CORRENTE
L’istituzione, attiva da più di trent’anni nella realtà culturale milanese e italiana, è stata fondata nel 1978 da Ernesto Treccani con Lidia De Grada Treccani, Vittorio Sereni, Alberto Lattuada, Fulvio Papi, Mario Spinella, con lo scopo precipuo di incrementare lo studio relativo al periodo di rinnovamento artistico che va dal Movimento di Corrente al Realismo. La Fondazione Corrente ospita una collezione permanente di opere di Ernesto Treccani (35 dipinti, 14 sculture, 179 opere grafiche, atelier dell’artista), aperto dal martedì al venerdì con ingresso libero; è sede di una biblioteca specializzata di oltre 7.500 volumi e conserva l’Archivio Ernesto Treccani, riordinato e consultabile. La Fondazione è presieduta da Gianni Cervetti (Presidente) e Maddalena Treccani Degli Alfieri (Vice Presidente).
Il comitato scientifico della Fondazione vede tra i propri esponenti Fulvio Papi (Presidente), Carlo Bertelli, Zeno Birolli, Giancarlo Consonni, Vittorio Fagone, Elio Franzini, Franco Loi, Fiorella Mattio, Jacopo Muzio (Coordinatore), Antonello Negri, Paolo Rusconi, Giorgio Seveso.