UV – Contemporary Art Projects 2018

Acquapendente - 06/07/2018 : 30/09/2018

Diversi luoghi pubblici di Acquapendente in provincia di Viterbo, ospitano UV - Contemporary Art Projects 2018, rassegna di arte contemporanea a cura di Davide Sarchioni.

Informazioni

Comunicato stampa

Dal 6 luglio al 30 settembre 2018, diversi luoghi pubblici di Acquapendente in provincia di Viterbo, ospitano UV - Contemporary Art Projects 2018, rassegna di arte contemporanea a cura di Davide Sarchioni, organizzata nell'ambito della due-giorni della IV edizione di UV - Urban Vision Festival, evento dedicato alla street art internazionale e alla fotografia, con un programma di video mapping, live performance, mostre e musica


Le opere site-specific dei quattro artisti invitati - Andrea Gandini, Thomas Lange, Marco Milia e Gianni Moretti -, sono collocate lungo un percorso espositivo che si dipana nei punti nevralgici e di particolare pregio storico-artistico del borgo medievale. Costituendo un interessante itinerario urbano e visivo, gli interventi esposti propongono una stimolante rilettura dello spazio fisico e culturale del luogo, ispirandosi ad aneddoti e suggestioni legati alla storia, passata e presente, e alle tradizioni locali di un territorio ricco di bellezze paesaggistiche e naturali.
Acquapendente ricorda tutt’oggi la liberazione dalla dominazione di Federico Barbarossa nel XII secolo con la Festa dei Pugnaloni, tra le più arcaiche celebrazioni folcloristiche della Tuscia che porta in processione spettacolari mosaici di fiori e foglie su grandi pannelli di legno. Inoltre, l’antica Via Francigena, che da Canterbury conduce a Roma, attraversa la città e all’interno della Cattedrale del Santo Sepolcro viene custodita una pietra macchiata di sangue che si dice provenga dal Santo Sepolcro di Gerusalemme.
Andrea Gandini (Teramo, 1997) ha lavorato, per cinque giorni consecutivi e sotto lo sguardo attento degli abitanti aquesiani, alla realizzazione della grande scultura in legno “Testa Pesante” nella scenografica piazzetta antistante la storica “Fonte del Rigombo”, utilizzando un tronco d'albero reciso trovato nella pineta del paese.
Thomas Lange (Berlino, 1957) rende omaggio ad Acquapendente con “Cinema Edition 2018”, proponendo una rutilante galleria di immagini come fossero locandine cinematografiche fruibili dai passanti. Il lavoro su carta formato da otto ritratti di grande dimensione è affisso sulle ampie vetrate ad arco della Biblioteca Comunale attigua al vecchio cinema.
Marco Milia (Roma, 1976) ha concepito una suggestiva installazione aerea nell’ampio spazio centrale dell'antico Chiostro di San Francesco. L’opera dal titolo “Water way” è composta da numerosi elementi circolari in policarbonato azzurro, che richiamano ai tanti corsi d'acqua e fonti che caratterizzano la località e da cui probabilmente deriva il suo nome.
Gianni Moretti (Perugia, 1978) è stato coinvolto in un progetto in collaborazione con la cooperativa sociale Alicenova Onlus e l'associazione culturale Dark Camera. L'immagine simbolica delle mani, tratta da una serie di suoi recenti studi, è stata stampata in gigantografia su carta e applicata lungo la scalinata che discende nella piazza principale accanto al municipio, diventando una sorta di opera calpestabile. La scelta delle mani di “Studio 2018” è associata alla figura di Girolamo Fabrizio, noto chirurgo e anatomista all’Università di Padova nato ad Acquapendente nel Cinquecento, a cui è dedicata la piazza del municipio con un monumento in suo omaggio commissionato allo scultore Tito Sarrocchi.
UV - Contemporary Art Projects 2018
UV - URBAN VISION

Acquapendente (Viterbo)
6 luglio - 30 settembre 2018

Artisti
Andrea Gandini, Thomas Lange, Marco Milia, Gianni Moretti

A cura di
Davide Sarchioni

Luoghi vari
Piazza e Fonte del Rigombo, sino al 31 luglio; in permanenza nei Giardini antistanti il Museo della Città in Via Roma 85, dall’1 agosto / Andrea Gandini
Biblioteca Comunale (Via Cantorrivo 13), sino al 31 luglio / Thomas Lange
Chiostro di San Francesco (Via Cesare Battisti), sino al 30 settembre / Marco Milia
Piazza Girolamo Fabrizio, sino al 31 luglio / Gianni Moretti


Organizzazione
Comune di Acquapendente

In collaborazione con
Associazione Pro-Loco Acquapendente
MothLab
OAM Officina Arti Mestieri Acquapendente
La DI – Art
Terramedia ®
Associazione Culturale Dark Camera
Cooperativa Sociale Alicenova Onlus
Mobilificio Toscano Acquapendente

Con il patrocinio di
Regione Lazio

Si ringrazia
Riccardo Crisanti, Assessore alle Politiche Giovanili, Comune di Acquapendente
Luca Bernabei
Architetto Chiara Carrarini
Lara Mazzuoli
Enrico Palla
Isaco Praxolu
Angelo Vitali


Info
[email protected]
#urbanvisionfestival