Uttam Karmaker – Menù del giorno

Roma - 10/01/2012 : 31/01/2012

Con il titolo “Menù del giorno” viene presentato il racconto inedito che l’artista ha tracciato giorno dopo giorno, tra maggio ed agosto 2011, disegnando a grafite e con i pastelli colorati su un rotolo di carta velluto bianca di 25 metri.

Informazioni

Comunicato stampa

E’ concepito come un work in progress Menù del giorno, il nuovo lavoro pittorico di Uttam Karmaker, artista bengalese attivo a Roma dalla fine degli anni Ottanta, che anticipa nello spazio romano di Bibliothé la sua grande personale che inaugurerà a Dakha (Bangladesh) nella primavera 2012.

Con il titolo “Menù del giorno” viene presentato il racconto inedito che l’artista ha tracciato giorno dopo giorno, tra maggio ed agosto 2011, disegnando a grafite e con i pastelli colorati su un rotolo di carta velluto bianca di 25 metri

Pagine del diario personale di Karmaker, che esplora il proprio mondo interiore esprimendosi con autentica freschezza espressiva, con un linguaggio in cui affiora una certa spontaneità dell’arte folk del Bangladesh.

Attraverso la metabolizzazione dei ricordi - partendo dalla natura - egli arriva ad un lirismo venato di malinconia, ma anche d’ironia.

Nella forma, il rotolo si riallaccia da una parte alla tradizione colta degli antichi codici occidentali e orientali, dall’altra a quella popolare dei film-strip (o ‘filmina’) che l’artista guardava affascinato da bambino. “Menù del giorno” (‘Aagieker khadder talica’ in bengalese) è una sorta di “Ramayana del quotidiano”, storyboard impulsivo popolato di memoria, sentimenti, residui di vissuto quotidiano, sogni e inquietudini, accessibili, fluidi e condivisibili.





Info:

Uttam Karmaker. Menù del giorno

a cura di Manuela De Leonardis

dal 10 al 31 gennaio 2012

opening martedì 10 gennaio 2012 - ore 18,30

Bibliothè Bhaktivedanta, Via Celsa 4/5 – 00186 Roma

+39 066781427 (tel/fax)

[email protected]

www.uttamk2.com

catalogo con testi di Manuela De Leonardis e Uttam Karmaker



con il patrocinio dell’Ambasciata del Bangladesh











Uttam Karmaker (Munshigonj, Bangladesh 1962, vive e lavora a Roma). Si diploma alla S.S.C Munshigonj Multilateral High School di Munshigonj, Bangladesh nel 1979. Nel 1986 consegue il B.F.A presso l’Istituto di Belle Arti, Università di Dhaka, Bangladesh, successivamente frequenta la Scuola Libera del Nudo presso l’Accademia di Belle Arti di Roma (1989-2001). Laurea di I livello in Pittura all'Accademia di Belle Arti di Roma (2005); Laurea di II livello e master di specializzazione in Pittura ed Arte visiva all’Accademia di Belle Arti di Macerata (2008).



Mostre ed attività artistica: Dal 1979 ha partecipato a mostre collettive e personali, in Italia e all’estero, tra cui: Commonwealth Institute, Londra; Dhaka, Bangladesh; Asian Biannual Art Exhibition, (Dhaka, Bangladesh); International Young Artist Exhibition, Cina; International Young Artist Exhibition, Kobe Giappone; Ambasciata del Bangladesh, Roma; Ministero del Turismo e Spettacolo, Roma; Exhibition Hall città di Elbourg, Olanda; Comune di Avezzano; Accademia di Romania, Roma; Galleria “Dolce Producion” Malmo, Svezia; Galleria “21” Dhaka, Bangladesh; Asian Biannual Art Exhibition, Dhaka Bangladesh; Città di Copenhagen; Palazzo Municipale “I Portici” Catania; galleria “Firme d’Autore” Padova Fiera d’Arte; Cosenza Municipio; settimana della cultura pittura e video istallazioni, Accademia di Belle Arti, Roma; Museo d’Arte Contemporanea Fonte Nuova, Roma; Bengal Fundation (Dhaka, Bangladesh); Society of Artist at Bangabandhu International Conference Centre (Dhaka, Bangladesh); Galleria Cassiopea, Roma. Dal 2000 collabora con Ra Kajol e dal 2007 con Ruben Dario Martinez a vari progetti di arte urbana realizzati in giro per il mondo.



Tra i più significativi premi e riconoscimenti: premio al merito e partecipazione alla International Students Art exhibition Commonwealth Institute Londra; premio migliore della classe, Institute of Fine Arts Dhaka, Bangladesh; premio di partecipazione all’International Art Exhibition – Kobe, Giappone; premio arte figurativa dell’Accademia Tiberina, Roma; premio al merito Accademia Anversana, Roma.