Un’educazione #4 – Nella terra di mezzo

Varese - 21/09/2013 : 24/10/2013

Quarto appuntamento di UN’EDUCAZIONE - un progetto di didattica e video d’artista pensato per gli studenti e gli appassionati d’arte contemporanea – con l’opera video di Ettore Favini e Hektor Mamet dal titolo Nella terra di mezzo.

Informazioni

  • Luogo: VILLA MENAFOGLIO LITTA PANZA
  • Indirizzo: Piazza Litta 1 - Varese - Lombardia
  • Quando: dal 21/09/2013 - al 24/10/2013
  • Vernissage: 21/09/2013 ore 17
  • Autori: Ettore Favini, Hektor Mamet
  • Curatori: Maria Rosa Sossai
  • Generi: arte contemporanea, doppia personale
  • Biglietti: La visione del video “Nella terra di mezzo” è compresa nel biglietto di ingresso a Villa e Collezione Panza

Comunicato stampa

A Villa e Collezione Panza, proprietà del FAI – Fondo Ambiente Italiano a Varese, inaugura il prossimo 21 settembre il quarto appuntamento di UN’EDUCAZIONE - un progetto di didattica e video d’artista pensato per gli studenti e gli appassionati d’arte contemporanea – con l’opera video di Ettore Favini e Hektor Mamet dal titolo Nella terra di mezzo che rimarrà in esposizione nella project room della Villa fino al 24 ottobre


Il video, presentato per la prima volta al pubblico, documenta la fase conclusiva del laboratorio Una certa idea di confine curato da ALAgroup e condotto dagli artisti Ettore Favini e Hektor Mamet che hanno coinvolto gli studenti di due scuole: la Scuola professionale di Cremona e il Liceo artistico del CSIA di Lugano. I partecipanti, per otto mesi, hanno riflettuto e lavorato sul concetto di confine attraverso incontri virtuali, discussioni e confronti. Il progetto è terminato lo scorso maggio con una performance degli studenti che ha avuto luogo su un sentiero al confine tra l’Italia e la Svizzera e che è stata ripresa nell’opera video.
Il 21 settembre, in occasione del primo giorno di esposizione dell’opera, gli artisti terranno dalle ore 10 alle 13 un workshop, pensato per gli studenti della scuola secondaria di II grado, che sarà anche condotto da alcuni degli studenti di Lugano e di Cremona coinvolti nella performance.
Alle 17.00 nel Salone Impero di Villa Panza gli artisti Ettore Favini e Hektor Mamet e alcuni partecipanti del workshop della mattina incontreranno il pubblico nel corso di una conversazione con Anna Bernardini, direttrice di Villa e Collezione Panza, la curatrice di “Un’Educazione” Maria Rosa Sossai e il critico cinematografico Andrea Bellavita.
Dal 22 settembre al 24 ottobre il video verrà proiettato nella project room della Villa e saranno organizzate visite guidate rivolte a studenti di scuole, accademie e università.
UN’EDUCAZIONE è un progetto del FAI a cura di ALAgroup, piattaforma di educazione e arte contemporanea, che nasce principalmente dalla necessità didattico-educativa di avvicinare i giovani al museo e all’arte contemporanea, interpretando le loro esigenze con un linguaggio a loro più diretto come quello del video. L’attenzione alle nuove tecnologie e ai nuovi media è sempre stata una delle principali linee guida che hanno caratterizzato le scelte di Giuseppe Panza nella creazione della sua Collezione.
panza1
Un’Educazione è organizzato con il Patrocinio e il contributo della Provincia e del Comune di Varese. La manifestazione sarà resa possibile grazie al prezioso contributo di Eni, che in qualità di partner principale del calendario degli “Eventi nei Beni del FAI” sostiene la Fondazione in questo importante progetto. Rinnovano il loro contributo PIRELLI, che da molti anni sostiene la Fondazione, Cedral Tassoni, marchio storico italiano che per il secondo anno consecutivo ha deciso di abbinare la tradizione, la storia e la naturalità del suo prodotto al FAI, e UBI – Banca Popolare di Bergamo.
Ettore Favini (Cremona 1974), vive e lavora a Cremona. Formatosi all’Accademia di Belle Arti di Brera, ha esposto in numerosi spazi pubblici e privati in Italia e all’estero. Tra le principali mostre personali: Verdecuratoda…voi, Fondazione Pastificio Cerere, Roma, 2013; The Sun Behind the Clouds, PAV, Torino, 2012; Sun Ra, Marsèlleria, Milano, 2012; All in a good time, David Adamo|Ettore Favini, Basilica Maggiore, Bergamo, 2011; Walden Method, MAR Museo d’Arte della Città di Ravenna, 2010; Private View, The Italian Academy, New York, 2007. Tra le principali mostre collettive: Fuoriclasse, Galleria d’Arte Moderna, Milano, 2012; Metamorfosi, Galleria d’Arte Moderna, Udine, 2012; Family Talk, Futura Project, Praga, Repubblica Ceca, 2012; Hidden Place and Identity, Manifesta, Genk, Belgio, 2012; Take the Leap, Peep Hole, Milano, 2012; Il Teatro delle Esposizioni, Villa Medici, Roma, 2011; Italian Artist in New York, ISCP, New York, 2009; Il Cielo in una stanza, per un’osservazione eccentrica del paesaggio, GC.AC, Monfalcone, 2009; Green Platform, CCCS Strozzina, Palazzo Strozzi, Firenze, 2009; Soft Cell: Space Dynamics in Italy, GC:AC, Monfalcone, 2008; Greenwashing, Environment: Perils, Promises and Perplexities, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino, 2008. Ha ottenuto importanti riconoscimenti fra cui: DHG Art Factory, Prato, 2012; Residenza presso Civitella Ranieri Foundation, 2011; Premio per gli Amici del Castello di Rivoli, 2008 (finalista); Premio New York, Columbia University, New York, 2007; Premio Artegiovane “Torino e Milano incontrano l’Arte”, 2006. http://ettorefavini.wordpress.com
Hektor Mamet (Zurigo 1983), attualmente vive e lavora tra il Ticino, Parigi e Londra. Nel 2006 ha conseguito il Bachelor in Belle Arti presso il City and Guilds of London Art School, Londra, e nel 2007 il Master in Belle Arti presso il Chelsea College of Art and Design, Londra. Dal 2008 al 2010 ha partecipato al programma di ricerca La Seine presso l’École Nationale Supérieure des Beaux-Arts di Parigi sotto la guida di Tony Brown. Nel 2009 è stato artist in residence con Prohelvetia presso IS Wyspa a Danzica, Polonia, dove ha realizzato una installazione in situ, Canteen. Durante l’anno accademico 2010/11 è stato membro artistico presso l’Istituto Svizzero di Roma e nel 2012 artista residente presso la Fondazione Pistoletto Cittadellarte a Biella. Tra le sue mostre personali: La Rada, insieme a Andreas Fishbach, Locarno, Svizzera, 2013; Shopping Centre, Forum Vebikus Kulturzentrum Kammgarn, Sciaffusa, Svizzera, 2013; Production², Galleria Artericambi, Verona, 2011; Trasloco, in collaborazione con Max Pizio, Galleria Officina, Magliaso, Svizzera, 2010. Tra le mostre collettive: Memory and place disclosed, FRAC Regione Piemonte, Fondazione Pistoletto, Biella, 2012; UNIDEE in progress, Cittadellarte, Biella, 2012; Enigma della modernità, Spazio Officina, Chiasso, Svizzera, 2012; Art in Box, Istituto Culturale Ceco, Milano, 2012; Nel frattempo / Meanwhile Ex Mercato della Frutta, Valeggio sul Mincio, 2011; Rock the Casbah, Istituto Svizzero, Roma, 2011; Festival di Arte Contemporanea Tina B., Praga, Repubblica Ceca, 2010; Hands on: Design Brought to Life, Arts Gallery, University of the Arts London, Londra, 2010. www.hektormamet.com
Orari e ingresso 21 settembre 2013:
Workshop per le scuole: dalle ore 10.00 alle ore 13.00, 5 euro (prenotazione obbligatoria allo 0332.283960)
Conversazione con l’artista: alle ore 17.00, 5 euro – Iscritti FAI 3 euro - Studenti Università dell’Insubria di Varese con tesserino: gratuito. Il biglietto comprende la visita alla Collezione Permanente della Villa
Orari e ingresso dal 22 settembre al 24 ottobre: La visione del video “Nella terra di mezzo” è compresa nel biglietto di ingresso a Villa e Collezione Panza