Una rondine non fa primavera, due si

Pescara - 05/02/2021 : 05/03/2021

La stagione espositiva 2021 dalla YAG/garage si apre con una mostra che pone in dialogo il lavoro della giovane artista Francesca De Marinis con quello di alcuni grandi protagonisti della Scuola di Piazza del Popolo: Tano Festa, Mario Schifano e Giosetta Fioroni.

Informazioni

  • Luogo: YAG GARAGE
  • Indirizzo: Via Caravaggio 125 - Pescara - Abruzzo
  • Quando: dal 05/02/2021 - al 05/03/2021
  • Vernissage: 05/02/2021 ore 17
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: mercoledì e venerdì dalle 17.00 alle 19.00, martedì e giovedì su appuntamento

Comunicato stampa

UNA RONDINE NON FA PRIMAVERA, DUE SI
dalla Pop Art italiana al Neo Pop del Supermarket

Francesca De Marinis │ Tano Festa │ Mario Schifano │ Giosetta Fioroni

5 febbraio – 5 marzo 2021
orario di visita: mercoledì e venerdì dalle 17.00 alle 19.00, martedì e giovedì su appuntamento info. [email protected]

vernissage 5 febbraio h. 17.00
per la partecipazione al vernice è obbligatoria la prenotazione all’indirizzo e-mail: [email protected]
ingressi ogni 20 min

(a partire dalle ore 17.00) per un massimo di 25 persone

La stagione espositiva 2021 dalla YAG/garage si apre con una mostra che pone in dialogo il lavoro della giovane artista Francesca De Marinis con quello di alcuni grandi protagonisti della Scuola di Piazza del Popolo: Tano Festa, Mario Schifano e Giosetta Fioroni.
Il titolo dell’appuntamento Una rondine non fa primavera, due si prende spunto da un’opera di Tano Festa presente in mostra: un disegno a pennarelli in cui si legge questa frase e le iniziali del nome della persona a cui è rivolto il messaggio, ovvero M. S. Molto probabilmente quelle iniziali sono proprio dell’amico Mario Schifano, con cui Tano Festa condivise gran parte della sua carriera artistica.
La frase rimanda a quello spirito goliardico che tanto animava il gruppo di Piazza del Popolo all’inizio della sua formazione, ma la “primavera” di cui parla Tano Festa non è quella stagionale, ma quella che si vive a Roma durante gli anni ’60, quando questo gruppo di giovani artisti si riuniva al Caffè Rosati per discutere di arte o per sbeffeggiare i pittori della vecchia guardia romana che, dall’altra parte della piazza, seduti al Caffè Canova, li osservano contrariati e perplessi.
Il titolo della mostra coincide quindi con la dimensione ludica che unisce la ricerca artistica di Francesca De Marinis con le opere di Festa, Schifano e Fioroni. Il sottotitolo, infatti, dalla Pop Art italiana al Neo Pop del Supermarket, vuole dimostrare come sia possibile creare un ironico “ponte” ideale tra i loghi di Schifano, gli slogan di Festa e gli argenti di Fioroni con le stampe e le sculture pop della De Marinis.

L’ingresso alla galleria sarà contingentato e sarà obbligatorio l’uso della mascherina.