Una conversazione con Fernando García-Dory

Milano - 17/02/2016 : 17/02/2016

Fernando García-Dory (Madrid, 1978) è un artista e un agroecologo. Il suo lavoro riguarda la relazione tra cultura e natura e come questa si manifesta in diversi contesti.

Informazioni

Comunicato stampa

#lufthappens 06
Fernando García-Dory

Mercoledì 17 Febbraio, dalle 18:00
18:00 Tea time
18:30 Incontro
19:30 Aperitivo

Leftloft
via dall'Ongaro 25, Milano

Mercoledì 17 febbraio Luft ospita a Milano Fernando García-Dory, artista madrileno che si definisce "attivista agroecologo" e che per il suo lavoro è stato invitato ad importanti mostre internazionali come dOCUMENTA (2013), l'Istanbul Biennial (2015) e la Gwangju Biennial (2016).

Luft è il designers' club di Leftloft, studio di design e comunicazione con sedi a Milano e NY


L'obiettivo è dare vita a un laboratorio di pensiero sul significato della progettazione contemporanea, creando occasioni di confronto e relazione trasversali al mondo del design.
Ogni mese #lufthappens apre su invito la sede di Leftloft per condividere una storia, un'esperienza, un progetto con un ospite proveniente ogni volta da un ambito diverso: architetti, paesaggisti, artisti, musicisti, scrittori, filosofi…

Questo sesto appuntamento coinvolge un artista che nel suo lavoro intreccia l'arte con l'esplorazione di modelli di futuro possibili, legati in particolare all'agricoltura.
García-Dory parlerà del rapporto tra cultura e natura, del legame tra scienza, arte e modelli di sviluppo sostenibili, indagando il contesto rurale come mezzo di espressione artistica e vettore concreto di cambiamento sociale.

In questi mesi #lufthappens ha ospitato Stefano Maffei (Politecnico di Milano), il paesaggista e urbanista Nicolò Bassetti (ideatore di Sacro Gra, Leone d'Oro a Venezia nel 2013), il designer compasso d'oro Matteo Ragni, il Presidente del Comitato d'Indirizzo dell'Agenzia per l'Italia digitale Stefano Quintarelli e l'architetto Stefano Boeri.


​​​
Fernando García-Dory (Madrid, 1978) è un artista e un agroecologo. Il suo lavoro riguarda la relazione tra cultura e natura e come questa si manifesta in diversi contesti, dalla dimensione paesaggistica e rurale a quella dei desideri e delle aspettative che oggi riguardano il tema dell'identità, fino alle questioni della crisi, dell'utopia e del cambiamento sociale. Interessato alla complessità armonica delle forme e dei processi biologici, la sua attività indaga le possibilità di connessione e cooperazione, dai microrganismi ai sistemi sociali, passando dai linguaggi tradizionali dell'arte, come il disegno, allo sviluppo di progetti agroecologici collaborativi. E' coordinatore dell'European Shepherds Network (http://shepherdnet.eu/), che ha fondato in occasione di dOCUMENTA(13), ha partecipato alla Biennale di Istanbul del 2015 con il progetto Inland (http://inland.org/). Parteciperà alla prossima Gwangju Biennial.

Leftloft è uno studio unisce idee, persone, competenze sviluppando una visione ampia e contemporanea del design e della comunicazione.
Fondato a Milano nel 1997 da Andrea Braccaloni, Francesco Cavalli, Bruno Genovese e David Pasquali, Leftloft ha avviato una nuova sede a New York nel 2009 e opera a livello nazionale e internazionale con la convinzione che il design sia uno strumento strategico di sviluppo attraverso un team di designer, creativi e consulenti.
I suoi ambiti di attività sono: identità / ricerca / concept / strategia / art direction / narrative. I progetti di Leftloft hanno ricevuto diversi riconoscimenti internazionali quali D&AD Award, ED-Awards, ADI Design Index, Laus Award, Creative Review Annual, TDC Annual.