Tommaso Andreocci – Cromatismi

Roma - 22/11/2014 : 05/12/2014

L’esposizione d’Arte prevede la presentazione di 35 opere, tra tele e disegni, appartenenti a quattro cicli di ricerca che negli ultimi vent’anni hanno visto l’azione dell’artista in un passaggio cromatico avvincente.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO FONDAZIONE VENANZO CROCETTI
  • Indirizzo: Via Cassia 492 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 22/11/2014 - al 05/12/2014
  • Vernissage: 22/11/2014 ore 18
  • Autori: Tommaso Andreocci
  • Curatori: Fabio D’Achille
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dal lunedì al venerdì mattina 11,00-13,00 pomeriggio 15,00-19,00. Sabato 11,00-19,00.

Comunicato stampa

L’artista Tommaso Andreocci presenta a Roma dal 22 novembre al 5 dicembre al Museo Venanzo Crocetti “Cromatismi”, una personale di pittura che attendeva da circa due anni.
L’esposizione d’Arte prevede la presentazione di 35 opere, tra tele e disegni, appartenenti a quattro cicli di ricerca che negli ultimi vent’anni hanno visto l’azione dell’artista in un passaggio cromatico avvincente

Tommaso Andreocci nella sua quarantennale esperienza artistica ha affrontato temi di differente complessità a partire spesso dal fenomeno del colore; disegni a matita monocromi si sono alternati a ricerche stilistiche sul colore che hanno attraversato Iperrealismo e transfer fotografico ritornando oggi a segnare la più tradizionale pittura ad olio. I temi della sua ricerca invece spaziano dalla natura morta all’archeologia industriale fino ad un approfondimento sui temi scultorei delle Città di Fondazione e nello specifico Latina città dove vive e lavora. La mostra inoltre è dedicata all’artista Claudio Cintoli a cui Andreocci deve la sua passione e formazione artistica in vista proprio degli 80 anni della sua nascita (nel 2015). Il progetto espositivo è curato da Fabio D’Achille del Museo d’Arte Diffusa (MAD) e sostenuto dalla Storica dell’Arte Annagrazia Benatti; la mostra si avvale del contributo critico del Direttore della Raccolta Manzù GNAM di Ardea, Marcella Cossu che insieme a MAD negli ultimi anni ha ospitato l’artista in diverse mostre sul territorio. Tra i contributi testuali annoveriamo Caterina Vicino, poetessa e scrittrice che per l’occasione ha dedicato alcune sue intuizioni poetiche all’evento del Crocetti. Il vernissage prevede un vero e proprio evento artistico-performativo che inaugura la mostra con una citazione dell’originaria Crisalide del 1972 di Claudio Cintoli a Roma a Palazzo Taverna; protagonista dell’azione performativa sarà Inanna Trillis che da anni segue il progetto contemporaneo di MAD di fondere teatralità, musica e arte. A seguire il recital pianistico del giovane Alessandro Costantino Bianchi che propone le opere di Bach, Scarlatti, Moussorgsky e Chopin. Insomma un vero e proprio trionfo della Cultura che parte da Latina a arriva con forza al Museo di Via Cassia, 492 a Roma.
(Fabio D’Achille - Curatore MAD Museo d’Arte Diffusa)