Timeless

Vicopisano - 29/09/2012 : 27/10/2012

Le carceri, ubicate al piano superiore di Palazzo Pretorio, sono state la scintilla evocativa che ha stimolato una riflessione sulla condizione umana segregata nelle sue più spontanee pulsioni e sul viaggio che l'uomo compie su questa terra, tra passioni mai sopite e desideri irrealizzabili.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO PRETORIO
  • Indirizzo: via del Pretorio n.25 - Vicopisano - Toscana
  • Quando: dal 29/09/2012 - al 27/10/2012
  • Vernissage: 29/09/2012 ore 17
  • Curatori: Giovanna Maria Carli
  • Generi: arte contemporanea, collettiva

Comunicato stampa

IMELESS - Passioni Prigioniere

Dipinti di Renzo Regoli

con installazioni di Claudio Tàfani e fotografie di Beatrice Carli


Progetti espositivi ideati e curati da Giovanna Maria Carli

(Sezione off-Nuovi talenti)


genere: collettiva di arte contemporanea


Vernissage: Sabato 29 settembre 2012, ore 17.00

Dal 29 settembre al 27 ottobre 2012


La mostra di dipinti PLAY ON! Suoni e Pitture, al piano nobile di Palazzo
Pretorio sarà visitabile fino al 27 ottobre 2012



Luogo:

Palazzo Pretorio e Carceri,

via del Pretorio n.1

VICOPISANO (PISA)



Promosso dal Comune Vicopisano, dalla Regione Toscana (Consiglio
regionale), con il Patrocinio della Provincia di Pisa, del Comune di
Castelnuovo Berardenga e sostenuto da Toscana Energia, lo straordinario
evento espositivo è a cura della specialista in storia dell'arte e critico
d'arte Giovanna M. Carli.


TIMELESS - Passioni Prigioniere, sarà inaugurato alla presenza degli
artisti (pittori, scultori, fotografi, creativi e poeti) e del pubblico
sabato 29 settembre alle ore 17, al piano nobile di Palazzo Pretorio a
Vicopisano dove continua la mostra personale di pittura di Renzo Regoli che
sta avendo un buon successo di pubblico.


Le carceri, ubicate al piano superiore di Palazzo Pretorio, sono state la
scintilla evocativa che ha stimolato una riflessione sulla condizione umana
segregata nelle sue più spontanee pulsioni e sul viaggio che l'uomo compie
su questa terra, tra passioni mai sopite e desideri irrealizzabili.
Inevitabile anche i numerosi spunti sulla condizione critica delle carceri
d'oggi: 70 mila ospiti su 44 mila posti-cella. Se per la nostra
Costituzione lo scopo principale della detenzione è la rieducazione del
condannato per un nuovo inserimento nella società civile, di fatto, oggi.