Three Rooms

Milano - 04/11/2013 : 04/11/2013

RepertorioZero torna in scena con l’evento Three Rooms in occasione del suo secondo anno di residenza al Festival di Milano Musica.

Informazioni

Comunicato stampa

Vincitore nel 2011 del Leone d'argento alla Biennale Musica di Venezia, per la propria "ricerca innovativa - nel modo di lavorare con la musica d’oggi - che vuole andare oltre l’esperienza delle avanguardie tradizionali, che si confronta con un repertorio tutto da costruire e con la necessità di trovare soluzioni alle numerose variabili presenti nella musica contemporanea”, RepertorioZero torna in scena con l’evento Three Rooms in occasione del suo secondo anno di residenza al Festival di Milano Musica



RepertorioZero che dal 2008 utilizza in modo stabile la nuova liuteria, presenta ogni anno i propri concerti in prestigiosi festival ed istituzioni, quali Festival MiTo, RaiRadio Tre, la Biennale di Venezia, la Tonhalle di Zurigo, oltre a impegnarsi nell’attività didattica.

3 prime esecuzioni assolute, commissionate ai compositori italiani Filippo Perocco, Mauro Lanza, Andrea Valle e all’americano David Coll per un evento concepito sulla base di una stretta e lunga collaborazione tra l’ensemble RepertorioZero e la cantante Livia Rado, il regista del suono Paolo Brandi, lo scenografo Angelo Linzalata.

Tre sono gli argomenti che rendono peculiare e unico il progetto e l'evento messo in scena:

- l'utilizzo di strumenti di nuova liuteria (strumenti amplificati, strumenti elettrici e informatici, automi, oggetti, costruiti ad hoc...);
- la ricerca sul linguaggio musicale compiuta dai diversi compositori e favorita dal confronto con la strumentazione nuova ed alternativa;
- l'ideazione di nuove forme di concerto e spettacolo musicale. L'equipe di RepertorioZero (musicisti, compositori, scenografo, regista del suono) progetta contesti e ambientazioni specifiche per brani e autori diversi, nei quali mettere in scena i personali immaginari dei compositori.

L’evento che verrà presentato al pubblico in tre parti, chiamate Rooms, si susseguirà senza interruzioni e sarà caratterizzato da una specifica mise en scène e da un proprio design luci. Tre stanze sul filo di un dialogo tra diverse forme espressive che incarnano la molteplicità e l’infinità dell’innovazione timbrica. Gli “strumenti” saranno così non solo il mezzo attraverso il quale è articolata la musica, ma anche i “personaggi” intorno a cui sarà costruita la scena.
L’anteprima dello spettacolo sarà preceduto dall’incontro “oggetti sonori”, il 29 ottobre alle 20.30, nel suggestivo spazio della Galleria Lia Rumma. I compositori (Carlo Ciceri e Andrea Valle), lo scenografo (Angelo Linzalata) e i musicisti (ensemble RepertorioZero) presentano il progetto mostrando come oggetti di diversa forma e complessità (utensili, automi, oggetti d’uso) trasformino la propria funzione originaria acquisendo uno status musicale. In occasione dell’anteprima Simone Beneventi (percussioni) interpreterà #3987 Magic Mauve (2012) della giovane compositrice, Francesca Verunelli.

Entrambi gli eventi sono prodotti nell’ambito della residenza 2012-2014 di RepertorioZero a Milano Musica e sono sostenuti dalla Fondazione Cariplo.

Il concerto Three Rooms del 4 novembre si svolgerà in collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano.



 Room n.1 : David Coll - Inventions on Relevance and Propaganda (20’)
per percussioni e violoncello amplificati ed elettronica

 Room n.2 : Filippo Perocco – Ancora rode le ossa (20’)
per soprano, percussioni, violino, viola, violoncello (con risonatori)

 Room n.3 : Mauro Lanza & Andrea Valle – Regnum animale (20’)
per trio d’archi amplificato e dispositivi elettromeccanici



































Biografie:


David Coll: La produzione di David Coll, compositore americano, tocca varie discipline, dal concerto al teatro, dalla danza alle installazioni interattive. La sue opere sono state eseguite in festival quali World Music Days/Gaida Festival, Gaudeamus Music Week (2005 and 2009), Voix Nouvelles (Abbaye de Royaumont), IRCAM, Spark Festival, Tzlil Meudcan Festival, MATA Festival (2012); inoltre ha collaborato con diversi musicisti e ensemble quali la violoncellista Severine Ballon, il soprano Donatienne Michel-Dansac, il baritono Lionel Peintre, il pianista Sebastian Berweck, Vocaallab Nederlands, Ensemble Itineraire, Ensemble Praesenz, Les Jeunes Solistes, sfSound ensemble e la Berkeley Symphony (Under Construction Series composer in residence 2010-2011). Insieme con gli artisti Kim Anno e Ricardo Rivera ha formato il collettivo “Ice on the High”, che crea opere che legano la musica ed altre arti a tematiche ecologiche e sociali.

Filippo Perocco: Selezionato dal Gaudeamus Foundation, dall'Internationales Forum für Kultur und Wirtschaft, Dresda e da Acanthes, le sue opere sono state commissionate ed eseguite da Holland Symphonia, Dresdner Sinfonikern, Orchestre National de Lorraine, Orchestra Regionale della Toscana, Ensemble Vocal Modern, ensemble Aleph (Parigi), Vokalensemble Neue Musik Berlin. Nel 2006 è stato Composer in residence all'European Centre for the Arts "KunstForum Hellerau" a Dresda; ha ricevuto l'Affiliated Italian Arts Fellowship - Composer in residence all'American Academy in Rome e nel 2009 il premio Fulbright. Ha ricevuto numerose prime esecuzioni in rassegne quali Gaudeamus Music Week Amsterdam, Manca Nice, Biennale di Venezia, Aspekte Salzsburg, International Festival of Contemporary Music Warsaw Autumn, MATA Festival New York, Festival di musica elettroacustica "L'interaction homme/machine dans la performance musicale et artistique" Strasbourg. È fondatore e direttore artistico e musicale dell'ensemble di musica contemporanea L'Arsenale.

Mauro Lanza: Nato a Venezia nel 1975, Mauro Lanza ha studiato pianoforte, composizione e musicologia nella sua città natale. Nel 1998 è stato scelto al corso annuale di composizione all’IRCAM di Parigi come “composer in research” e dal 2011. La sua musica è stato eseguita in festival internazionali quali Venezia Biennale, Musica (Strasbourg), Gaudeamus Music Week (Amsterdam), Tage für Neue Musik (Zürich). I festival IRCAM e Archipel di Genève gli hanno dedicato due concerti monografici. Nel 2004 ha composto la musica per il balletto “Le Songe de Medée”, commissionato dall’Opéra Nationale de Paris con la coreografia di Angelin Preljocaj. Durante la residenza a Fresnoy nel 2006 ha composto “Descrizione del Diluvio”, su richiesta dei Neue Vocalsolisten e Les Percussions de Strasbourg in collaborazione con il video-maker Paolo Pachini, Nel 2004-2005 è stato guest professor alla McGill University (Montréal). Nel 2007-2008 borsista della Académie de France a Roma e nel 2009-2010 della Akademie Schloß Solitude. Dal 2004 le sue opere sono pubblicate da Ricordi (Universal).

Andrea Valle: La sua attività di compositore è principalmente rivolta verso la metodologia algoritmica nel campo sia elettroacustico che strumentale e nello sviluppo di strategie compositive volte alla notazione generativa automatica. Le sue composizioni sono state eseguite alla Logos Foundation and commissionate dalla Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino. Lavora nell’ambito delle installazioni, della musica da film (La fôret rouge, di Michela Franzoso, un progetto ospitato a Le Fresnoy, 2008; Rohbauten, di Eva Sauer, 2009) e del teatro. Insegna Teoria dell’Audiovisione e Computer music al DAMS dell'università di Torino, dove è inoltre ricercatore e fondatore del CIRMA (Centro Interdipartimentale di Ricerca su Multimedia e Audiovisivo. Ha partecipato al progetto VEP, finanziato alla EU, che ha ricostruito virtualmente il padiglione Philips. È membro della Associazione Italiana di Semiotica e dell’Associazione Italiana di Musica Informatica.


Angelo Linzalata: Nel 2001 si laurea all’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano e si specializza in lighting design all’Accademia del Teatro alla Scala. Inizia la sua attività come set designer per opera contemporanee dirette da Daniele Abbado: Zarathustra, Bastimenti, Dialoghi con L'Angelo al Mittelfest 2002, Con Tutto il Mio Amore al Rec Festival 2003. Dal 2003 collabora ai progetti dell’Accademia del Teatro alla Scala. É stato assistente del set designer Graziano Gregori per numerose opera in importanti teatro e festival internazionali, fra cui Festspielhaus Baden Baden, Edinburgh International Festival, Maggio Musicale Fiorentino, Teatro Filarmonico Verona, Teatro La Fenice Venezia, Beijing National Centre for the Performing Arts, Wiener Staatsoper (per la produzione del Don Carlo del 2012 come set designer associato). Dal 2007, con il regista Daniele Abbado, crea i set per Il Signor Bruschino all’Auditorium Parco della Musica di Roma, Miracolo a Milano al Teatro Valli di Reggio Emilia, Oberon di Weber al Théâtre du Capitole Toulouse (2011), Traviata al Teatro Municipal de Sao Paulo (2012).