The body: forme e colori a confronto

Treviso - 12/11/2011 : 31/01/2012

In questa mostra il corpo è inteso come ogni essere animato o inanimato che occupa uno spazio ed è percepibile attraverso i sensi. Il corpo può essere un insieme di funzioni dinamiche complesse, ma anche una struttura complessa non attiva. L’esposizione vuole sottolineare l’importanza del corpo nell’arte contemporanea, soffermandosi sull’umanità, all’essere vivente e all’oggetto.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA WEB ART
  • Indirizzo: Viale XXIV Maggio 11 - Treviso - Veneto
  • Quando: dal 12/11/2011 - al 31/01/2012
  • Vernissage: 12/11/2011 ore 17.30
  • Curatori: Mara Campaner
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: dal lunedì al sabato dalle 16.30 alle 19.30
  • Email: info@web-art.org

Comunicato stampa

rtisti: novembre: Asinari Alice,Bartoli Giovanna, Battistin Paolo, Bernava Angelo, Bettoni Renato, Bianco Lino, Casali Antonio, Cerri Giulia, Anna Colitti, Dalisa Manolo, De Iure Francesco, De Iure Giuseppe, Fidanza Federica, Fratus Patrizia, Galati Maria, Mandolesi Giovanni, Mason Giliana, Giuliani Giuliano, Guerriero Anna, Iori Mara, Matarazzo Elisa, Mazzurana Marco, Moman Anthony, Pedrotti Ornella, Rallo Daniele, Ronga Marco, Rota Pamela, Sannelli Massimo, Sgarra Fabrizia, Tiberti Flavio, Ulpiani Lorena, Zannoni Andrea

Dicembre: Adani Fabio, Antonelli Giulia, Bucco Alice, Catelli Simona, Ciamporcero Cristian, D’Alpaos Alba, De Giorgi Marta, Ferretti Micio Giulia, Formenti Guido, Fruggeri Roberto, Gatto Anna, Innocenti Maria Grazia, Iannice Antonio, Janos, Lecchi Erika, Messina Filippo, Moia Gigi, Molinaro Federico, Monjan, Ciro Onda, Petrucci Angelo, Policastro Angela, Riva Beatrice, Rotella Davide, Saija Marco, Taddei Maria Grazia, Terrana Mirko, Wheel Katia

In questa mostra il corpo è inteso come ogni essere animato o inanimato che occupa uno spazio ed è percepibile attraverso i sensi. Il corpo può essere un insieme di funzioni dinamiche complesse, ma anche una struttura complessa non attiva. L’esposizione vuole sottolineare l’importanza del corpo nell’arte contemporanea, soffermandosi sull’umanità, all’essere vivente e all’oggetto.