Teatro a Corte 2014

Torino - 18/07/2014 : 03/08/2014

Teatro a Corte giunge quest'anno alla 15^ edizione e coinvolge anche per quest'edizione alcune delle più prestigiose dimore Sabaude del Piemonte. La Reggia di Venaria, il Castello di Racconigi, il Castello di Agliè, quello di Rivoli e il parco della Mandria sono il palcoscenico che accoglierà spettacoli di numerose compagnie. A questi ambienti si aggiungono poi alcune collocazioni proprie del Polo Reale, con Palazzo Reale e Piazza Castello.

Informazioni

  • Luogo: MUSEI REALI
  • Indirizzo: Piazzetta Reale 1 10122 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 18/07/2014 - al 03/08/2014
  • Vernissage: 18/07/2014 ore 18 APERITIVO INAUGURALE DEL FESTIVAL seguirà la performance della compagnia norvegese Zero Visibility Corp. "Leave.Two.House"
  • Generi: performance – happening, teatro
  • Sito web: http://teatroacorte.it/

Comunicato stampa

Teatro a Corte è, come dice il sottotitolo, “il teatro europeo nelle dimore sabaude del Piemonte”: come dire uno sguardo curioso e attento, rivolto da luoghi d’arte del passato, sulle frontiere più vivaci e sconosciute dell’innovazione teatrale

Ogni anno, ci offre una scelta delle migliori creazioni, provenienti da tutta Europa, che lo spettacolo dal vivo dei più lontani paesi del nostro continente riesce inesauribilmente ad inventare e propone il confronto tra gli artisti contemporanei e il ricco patrimonio culturale del barocco piemontese: è la missione d’origine del festival, quella che il Ministero aveva sostenuto nel 2007 per aiutare la promozione e la conoscenza della rete meravigliosa dei castelli reali che circondano Torino, riconosciuta nel 1999 dall’Unesco “patrimonio dell’umanità”. Dopo sette anni, possiamo dire che il festival ha compiuto la sua missione e che, nonostante le difficoltà degli ultimi tempi, ha saputo affermarsi come uno dei più importanti e originali avvenimenti del teatro europeo.

Salvatore Nastasi
Direttore Generale per lo Spettacolo dal Vivo
del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del turismo



Teatro a Corte giunge quest'anno alla 15^ edizione e coinvolge anche per quest'edizione alcune delle più prestigiose dimore Sabaude del Piemonte. La Reggia di Venaria, il Castello di Racconigi, il Castello di Agliè, quello di Rivoli e il parco della Mandria sono il palcoscenico che accoglierà spettacoli di numerose compagnie. A questi ambienti si aggiungono poi alcune collocazioni proprie del Polo Reale, con Palazzo Reale e Piazza Castello.
Le caratteristiche che fanno di Teatro a Corte una delle più prestigiose manifestazioni di teatro in Europa sono la spiccata vocazione internazionale, con un cartellone in cui compaiono le più interessanti compagnie europee, e la contaminazione tra i linguaggi, con tutte le possibili aperture che mettono in relazione il teatro con la musica, con le arti visive e con la performance.
Oltre a queste, che sono proprie delle proposte teatrali, c'è una caratteristica ulteriore della manifestazione che interessa particolarmente il nostro Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, ed è la scelta delle collocazioni e delle scenografie, fornite dalle architetture e dai parchi storici.
Il teatro consiste non solo in una delle attività di cui si compone l'offerta culturale della regione, ma diviene anche lo strumento per scoprire o riscoprire luoghi e architetture di grande significato.
In particolare, la corona di residenze che si distribuisce intorno al centro della città rappresenta una delle maggiori risorse del nostro patrimonio, insieme al Polo Reale. Quest'ultimo infatti, quest'anno, in via di definitivo compimento, essendo riusciti nella connessione di funzioni e di gestione di cinque dei maggiori istituti museali della città.
Questa edizione di Teatro a Corte, rappresenta, proprio nella coincidenza con il completamento del Polo Reale, un'occasione importante di valorizzazione del nostro patrimonio storico artistico.

Mario Turetta
Direttore Regionale per i Beni Culturali
e Paesaggistici del Piemonte



Teatro a Corte si conferma un festival innovativo che supera i confini tra le arti, i linguaggi e le culture per creare, nei fatti e nel tempo, un progetto di respiro europeo. Teatro a Corte ha infatti affiancato nelle sue edizioni il teatro urbano al teatrodanza, il palcoscenico di figura al circo contemporaneo, la prova d’attore al teatro equestre, le esperienze italiane alle realtà della scena europea. Ha saputo plasmare nel tempo un progetto creativo di singolare ricchezza, contrassegnato dallo stretto legame degli spettacoli con l’architettura e la storia dei luoghi. La cifra stilistica è da sempre votata alla contemporaneità, e l’incontro della prosa con le altre arti ha come scenografia la magnificenza architettonica delle corti del passato. Linguaggi in scena dunque, che su questi palcoscenici d’eccezione faranno rivivere straordinarie testimonianze storiche e artistiche, luoghi dal significato emblematico nella storia della cultura.
Teatro a Corte ha trovato nella “corona di delizie” delle dimore sabaude spazi di grande suggestione evocativa, nei quali territorio e evento si intrecciano in un gioco di valorizzazione reciproca: un impegno che si è rinnovato nel tempo, in linea con l’impegno del Piemonte nella valorizzazione dei beni architettonici d’eccellenza, che sempre più spesso si coniuga con la realizzazione di progetti artistici capaci di offrire singolari opportunità di conoscenza, crescita culturale e aggiornamento del gusto.
In questo quadro si è sviluppata la proposta della Fondazione Teatro Piemonte Europa - in sinergia con importanti istituzioni culturali del territorio e attraverso il coinvolgimento delle Amministrazioni locali - ed è nato un programma che anche quest’anno ospita prestigiose compagnie europee accanto a significative realtà produttive piemontesi, artisti di grande notorietà e giovani selezionati dalla scena internazionale.
L’interesse e la forza del progetto risiedono senza dubbio nell’aver saputo costruire negli anni un prezioso intreccio di rapporti di collaborazione con artisti e compagnie internazionali, con centri di creazione europei per coproduzioni e progetti, entrando in una rete di condivisione artistica che ha consentito di portare nella nostra regione le più interessanti sperimentazioni nei diversi linguaggi espressivi e i nuovi fermenti artistici a livello europeo.



Il cartellone di Teatro a Corte 14 è ancora più appassionante dei precedenti, con un focus dedicato al meglio della contemporaneità dei Paesi nordici in campo artistico senza tralasciare un’attenzione alle più significative esperienze europee, a partire dal più affine laboratorio di innovazione culturale che è la Città di Lione. Un affascinante viaggio che spazia sapientemente attraverso i principali linguaggi espressivi, ponendo al centro la ricerca e le nuove frontiere del teatro, della danza, del circo e delle performing art.
Del resto, edizione dopo edizione, Teatro a Corte si è imposto sul piano internazionale come una delle massime rappresentazioni e, se vogliamo, la cartina di tornasole di un’offerta come quella torinese e piemontese, di un sistema che non ha mai privilegiato un'arte fra le altre, coltivando una pluralità di vocazioni culturali, continuando a cimentarsi in ognuna di esse con spirito indagatore, ad ogni latitudine e longitudine.
Colgo quindi l’occasione per esprimere un sincero ringraziamento al Direttore Beppe Navello e all’intero team della Fondazione Teatro Piemonte Europa che nuovamente saprà offrirci un’occasione straordinaria per incontrare e apprezzare il meglio delle arti performative a livello internazionale.

Maurizio Braccialarghe
Assessore alla Cultura, Turismo e Promozione della città