Tatiana Trouvé – I cento titoli in 36 524 giorni

Roma - 22/11/2013 : 04/01/2014

Con le sue installazioni, sculture e disegni, l’artista, di origine italiana, indaga la precarietà dei confini tra finzione e realtà, delle dimensioni, fisica e psichica, esplorando le nozioni di tempo, spazio e memoria.

Informazioni

Comunicato stampa

Gagosian Gallery è lieta di annunciare una mostra di nuove opere di Tatiana Trouvé a Roma.

Con le sue installazioni, sculture e disegni, l’artista, di origine italiana, indaga la precarietà dei confini tra finzione e realtà, delle dimensioni, fisica e psichica, esplorando le nozioni di tempo, spazio e memoria.

Tatiana Trouvé è nata nel 1968 a Cosenza, Italia. Ha partecipato a collettive internazionali di rilievo quali la Biennale di Venezia (2003 e 2007), la Biennale di San Paolo (2010) ed esposto alla Pinault Foundation a Punta della Dogana, Venezia (2011) e alla Hayward Gallery, Londra (2010)

Le sue personali più importanti includono: Double Bind, Palais de Tokyo, Parigi (2007), 4 Between 2 and 3, Centre Georges Pompidou, Parigi (2008), A Stay Between Enclosure and Space, Migros Museum of Zurich, Zurigo (2009-10), South London Gallery, Londra (2010) e Il Grande Ritratto, ampia esposizione ispirata al romanzo di fantascienza di Dino Buzzati e concepita in risposta all’impegnativa architettura del Kunsthaus Graz, Graz (2010). In programma per il 2014 e il 2015 le mostre al Kunstmuseum di Bonn, al Mamco di Ginevra, allo S.M.A.K. di Ghent.

Tatiana Trouvé vive e lavora a Parigi.