SuperStars – Simpathy for the Devil

Torino - 30/11/2012 : 15/12/2012

“SuperStars” un progetto a cura di Martina Di Trapani. Una piattaforma d’arte contemporanea che ospiterà artisti provenienti da tutto il mondo.

Informazioni

Comunicato stampa

“SuperStars” un progetto a cura di Martina Di Trapani. Una piattaforma
d’arte contemporanea che ospiterà artisti provenienti da tutto il
mondo.
L’amore per il mio lavoro e la necessità di aprirmi ad altri
territori, ha voluto fondere in me l’idea di questo progetto:
autofinanziato e aperto allo sviluppo e alla ricerca di artisti di
ogni età e luogo disposti a credere e partecipare al mio progetto. La
continua ricerca e l’approfondimento di questo lavoro mi ha portata ad
interagire, da artista, con altri artisti

Confrontandomi con loro e
creando eventi d’arte contemporanea all’interno di una città, che non
è la mia, ma che in qualche modo ho reso mia.
Il progetto SuperStars è nato nell’anno 2012; ad oggi ho organizzato
ed allestito sei mostre. L’incontro tra me e Valeria Pardini è stato
un segnale, da cui è nata una collaborazione che continuerà anche in
futuro. Stiamo già sviluppando una ricerca di artisti che vorremmo
seguire e stiamo lavorando per creare un gruppo, che allo stato
attuale potrebbe subire delle variazioni, al fine di organizzare
mostre (personali e collettive), ognuna delle quali vedrà di volta in
volta una scelta di artisti ed una tematica diversa.
Il progetto Superstars per adesso verrà presentato nella città di
Torino, Milano, Reggio Emilia, Palermo, ed altre città che seguiranno
in futuro.
Un gruppo aperto in continua evoluzione ...




Prossimo evento:
"SuperStars" Un progetto di Martina Di Trapani

“Simpathy for the Devil”

Chiara Manchovas, Massimo Sirelli, Fabrizio Visone

« Please allow me to introduce myself
I'm a man of wealth and taste »

Correva l’anno 1968 e I Rolling Stones presentavano la prima traccia
Simpathy for the Devil dell’album “Beggars Banquet”. Le tematiche del
brano sono chiaramente desunte dal romanzo dello scrittore russo
Mikhail Bulgakov nel “Il maestro e Margherita” due realtà nettamente
diverse ma di fondo una sola consapevolezza la presenza di un unico
uomo ricco e di gusto che si presenta solo per il capriccio di svelare
la propria natura e prendersi gioco di noi …

« Se mi incontrate siate cortesi,
abbiate comprensione, e abbiate un po' di buongusto,
siate educati come vi hanno insegnato bene
altrimenti disporrò che la vostra anima sia dannata »

Venga pure siamo pronti a giocare, ma in questo caso la vittoria sarà
nostra! Per chi, come noi ha una sola fede: “L’arte”.