Superbudda – Retroazione

Torino - 11/09/2018 : 16/09/2018

Realizzato dal collettivo di Torino Superbudda, con la curatela di Olga Gambari, sostenuto da Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando ‘Ora!’, RETROAZIONE è un progetto multimediale, un’installazione immersiva dove immagine e suono dialogano con il pubblico in maniera visionaria e coinvolgente.

Informazioni

Comunicato stampa

Realizzato dal collettivo di Torino Superbudda, con la curatela di Olga Gambari, sostenuto da Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando ‘Ora!’, RETROAZIONE è un progetto multimediale, un’installazione immersiva dove immagine e suono dialogano con il pubblico in maniera visionaria e coinvolgente.

L’installazione si basa sull’idea di condivisione propria dell’era digitale, i cui strumenti consentono nuove forme e modalità di spartizione di idee, prospettive e contenuti

Un raccoglitore e insieme una vetrina dei materiali ricevuti dal pubblico (filmati in formato verticale standard utilizzato per le dirette Facebook e Instagram), raccolti via internet su un portale [www.retroazione.xyz] appositamente realizzato, che vengono visivamente trasformati da un processo di elaborazione secondo un algoritmo basato sulle leggi che regolano il comportamento dei fluidi in moto in grado di generare una miscelazione dei contenuti. A livello sonoro, invece, l’elaborazione avviene tramite un sistema di tracciamento della quantità del movimento presente nei filmati e guidata da una partitura composta dagli autori.

L’idea di RETROAZIONE scaturisce da una riflessione sull’odierno contesto artistico-creativo. La molteplicità delle tecnologie e dei relativi contenuti conviventi e interconnessi, dei soggetti coinvolti e delle loro reazioni indirizza la ricerca e la sperimentazione a concepire la creazione artistica in una forma nuova, che considera la pluralità un valore aggiunto e l’opera un media a 360°, nel quale video-audio-immagini-testi convivono e il concetto di autorialità viene ribaltato e integrato da un pubblico attivo, che reagisce ed entra in un gioco di ri-mediazione, arricchendo e rielaborando la natura della creazione artistica.

Così la scrittura dell’algoritmo e la partitura musicale creata in origine dagli autori sono il cuore dell’opera, mentre i filmati, che implementano il prodotto audio video percepito, sono il contributo del pubblico che sceglie consapevolmente come interagire con l’installazione, assumendo la completa responsabilità dello sviluppo narrativo. RETROAZIONE ci invita a riflettere sulle conseguenze e sull’eco indelebile che le azioni virtuali generano quotidianamente.



Protagonisti di RETROAZIONE


Davide Tomat

#tech-audio #partitura #sviluppo

Gup Alcaro

#tech-audio #partitura #sviluppo

Gabriele Ottino

#tech-audio #tech-video #partitura #sviluppo

Matteo Marson

#tech-audio #tech-video #sviluppo

Claudio Tortorici

#tech-audio #sviluppo

Ivan Bert

#partitura

Marco “Benz” Gentile

#partitura

Mario Conte

#partitura

Olga Gambari

#curatela

Marco Casolati

#projectmanagement

Francesco Serasso

#grafica

Giorgia Mortara

#comunicazione

Serena Mazzini

#social

Emanuela Meduri

#amministrazione