Stefano W. Pasquini – Un Accesso Comtemporaneo

Molinella - 29/06/2012 : 08/09/2012

Nella mostra “Un Accesso Comtemporaneo” Stefano W. Pasquini tenta un approccio orizzontale per coinvolgere il pubblico solitamente non amante dell'arte, soprattutto quella cosiddetta “concettuale”.

Informazioni

  • Luogo: GALLERY LADY.IT
  • Indirizzo: Via Mazzini, 160 40062 - Molinella - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 29/06/2012 - al 08/09/2012
  • Vernissage: 29/06/2012 ore 21
  • Autori: Stefano W. Pasquini
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: tutti i giorni, dalle 9:00 alle 12:30 e dalle 16:00 alle 19:00 Giovedì dalle 9:00 alle 12:30 – Domenica e dal 23 luglio al 31 agosto solo su appuntamento

Comunicato stampa

UN ACCESSO CONTEMPORANEO

Male che vada andrà male


La crisi odierna dell'arte contemporanea in Italia è sottolineata dalla mancanza di interesse che i media ed il pubblico manifestano per una forma di espressione e comunicazione che da sola si è rinchiusa negli ambienti asettici della galleria, per isolarsi sempre più dal mondo reale. Eppure tanti sono gli artisti che nel mondo reale lavorano per evitare che l'arte diventi solo un'occasione per le case pubblicitarie di copiare un'idea per il prossimo spot televisivo.

Nella mostra “Un Accesso Comtemporaneo” Stefano W

Pasquini tenta un approccio orizzontale per coinvolgere il pubblico solitamente non amante dell'arte, soprattutto quella cosiddetta “concettuale”. Aiutato da un gruppo segreto di Facebook e dalle trovate di marketing casalingo dello scrittore Danilo Masotti (suo è il sottotitolo della mostra), Pasquini inscena un percorso di esplorazione che parte da un rebus in vetrina. Intitolata “UE1101 – Rebus Difficilissimo”, l'installazione richiede la partecipazione attiva del pubblico, che proverà a risolvere il dilemma scrivendo la soluzione su un'apposita cartolina. Il primo che troverà la soluzione vincerà una scultura contemporanea dello stesso. La mostra prosegue con alcune opere pittoriche figurative di Pasquini, che con questi lavori vuole avvicinare il pubblico tradizionale per poi confonderlo con altri oggetti, sculture e lavori che bene vengono sintetizzati in un “Non ho capito”, titolo della sua personale precedente. Oltre a ciò, Pasquini inserisce alcune opere di altri artisti [Luciano De Vita, Mattia Moreni, Jack Pierson, Pedro Velez ed altri] a sottolineare che le strade dell'arte non devono necessariamente solitarie, ma anzi un percorso comune, in cui artisti e fruitori si incontrano per valutare la creatività in senso globale, con una valenza articolata che non disdegna il passato ma che guarda comunque avanti, in un futuro incerto ma creativo.


Inaugurazione Venerdì 29 giugno 2012, ore 21,

con una performance [forse] musicale a cura di Riccardo Lolli, Enrico Farnedi ed altri Indivanados. Per l'occasione verrà presentato il numero 11 di Obsolete Shit con testidi Ivo Stefano Germano e Elena Pascolini.