Stefano di Marco – Marocco francofono

Roma - 19/01/2012 : 02/02/2012

Il lavoro di Stefano di Marco - Marocco francofono - rappresenta le linee guida dell'azione fotografica di esplorazione in terre lontane cui varietà di punti di vista e contenuti, ne risalta una visione autentica e personale.

Informazioni

  • Luogo: CINEMA FARNESE
  • Indirizzo: Campo Dè Fiori 56 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 19/01/2012 - al 02/02/2012
  • Vernissage: 19/01/2012 ore 18
  • Autori: Stefano di Marco
  • Generi: fotografia, personale

Comunicato stampa

Il lavoro di Stefano di Marco - Marocco francofono - rappresenta le linee guida dell'azione fotografica di esplorazione in terre lontane cui varietà di punti di vista e contenuti, ne risalta una visione autentica e personale. La spontaneità delle immagini propone solide basi all'imaginazione di un paese denso di fascino e congelato nel tempo adeguatamente rappresentato dall'uso del bianco e nero

Il progetto fotografico raccoglie immagini che vanno dal 1977 al 1989 manifestando quindi la traiettoria personale dell'autore ai suoi esordi già molto promettenti ; dai primi anni stile reportage agli ultimi più contemplativi e pacati rendendo omaggio a uno stile poliedrico che caratterizza l'azione del fotografo pugliese.

Nell'ambito delle attività culturali connesse al cinema teatro Farnese Persol, si rende noto che a partire dal mese di gennaio 2012 lo spazio accoglierà e proporrà un programma fitto di esposizioni con particolare riferimento all'area fotografica nei suoi differenti itinerari : paesaggio, natura, reportage, ritratto, creativa, still-life.
In tal senso, per l'orientamento e coinvolgimento del pubblico, si trasmetteranno tutte le informazioni utili relative alle attività organizzate nella stagione 2012-2013 per favorire così lo sviluppo di un ambiente culturale utile all'inclusività e alla socializzazione in uno dei salotti storici della capitale.
A riguardo, il cinema teatro Farnese sarà il centro d'incontro per tutti gli appassionati di arti figurative ed in particolar modo di fotografia. Cinema, teatro e immagini creeranno quindi i presupposti per una piattaforma attiva a 360 gradi.

La cura degli eventi fotografici è organizzata da Spazio Tetris