Sinestesie

Roma - 28/02/2019 : 15/03/2019

Un percorso di ricerca sulla carta coreana Hanji.

Informazioni

  • Luogo: ISTITUTO CULTURALE COREANO
  • Indirizzo: Via Nomentana 12 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 28/02/2019 - al 15/03/2019
  • Vernissage: 28/02/2019 ore 19
  • Generi: arte contemporanea
  • Orari: ore 9-17

Comunicato stampa

Dalla contaminazione culturale tra Italia e Corea nasce “Sinestesie”, una mostra esperenziale sulla carta tradizionale coreana Hanji. Vengono esposti gli elaborati di un gruppo di studenti di design, intenti a sfruttare e rendere note le qualità fisiche ed estetiche di questo straordinario materiale. Tramite la stimolazione di diverse sfere sensoriali, il fruitore vivrà un’esperienza sinestetica. Dai prodotti alle installazioni, un nuovo modo di intendere i segni e la tessitura superficiale come linguaggio universale.
La carta
La carta Hanji è considerata la più longeva al mondo ed è prodotta ancora oggi in modo artigianale e nel pieno rispetto della natura

Hanji presenta svariate qualità quali la trasparenza, la presenza naturale di texture date dall’addensamento o rarefazione della fibra di gelso, la resistenza e la leggerezza. La sua produzione in Corea viene considerata un vero e proprio rituale, da tutelare e preservare attraverso attività di ricerca.
La collaborazione con Isia Roma Design
La collaborazione tra l'Istituto Culturale Coreano e l'Istituto Superiore per le Industrie Artistiche nasce nel 2018 in seguito a un workshop per la produzione artigianale della carta presso l'Accademia di Belle Arti di Roma. Una serie di incontri hanno permesso agli studenti di conoscere e toccare con mano la tecnica produttiva della carta, analizzandone pregi e tipicità. L’incontro con la designer Kim HyunJoo li ha portati a testare le tecniche con cui si può manipolare la carta, anche a livello più seriale. “Sinestesie” fa luce su un primo stadio della ricerca, per presentare la modalità progettuale ISIA per il cultural heritage capace di offrire risposte eterogenee e innovative alla necessità crescente della cultura di essere raccontata.
Per il direttore ISIA Roma Design, Massimiliano Datti «Sinestesie rappresenta la magia dell'incontro fra due culture fisicamente distanti, avvicinate dalla comune ricerca della bellezza e della poesia. La carta "Hanji" è così un ponte, prima che un materiale, attraverso il quale il design italiano esplora una delle tradizioni coreane più antiche ed esclusive al mondo.»
Il percorso in mostra è a cura di Massimo Ciafrei e Luigi Cuppone, docenti rispettivamente di Teoria della forma e di Disegno per il design, con il coordinamento dell'Istituto Culturale Coreano nella persona di Donggu Kang.

«Sinestesie, un percorso di ricerca sulla carta coreana Hanji» il 28 febbraio alle 19:00 presso l'Istituto Culturale Coreano in Via Nomentana 12 – la mostra sarà aperta dal 4 al 15 marzo, ore 9:00/17:00.

L'inaugurazione del 28 febbraio alle ore 19:00 vedrà la presenza dei giovani progettisti, dei professori, delle autorità italiane e coreane.