Simone Menicacci – Narrazione di un nuova oggettivistica

Milano - 15/01/2013 : 12/02/2013

Simone Menicacci è un artista a tuttotondo. È musicista e ama coltivare una delle sue passioni più spiccate: la pittura. Si apprezza in lui una dimensione poetica che nasce percettivamente da un suo percorso personale, collocandosi fuori da ogni connotazione scolastica o da ogni categoria artistica specifica.

Informazioni

  • Luogo: LUCA&ANDREA
  • Indirizzo: Alzaia Naviglio Grande 34 (20144) milano - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 15/01/2013 - al 12/02/2013
  • Vernissage: 15/01/2013 ore 19.30
  • Autori: Simone Menicacci
  • Curatori: Alessandro Rizzo
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: tutti i giorni dalle 17 alle 2 del mattino

Comunicato stampa

”Narrazione di una nuova oggettivistica”

Simone Menicacci è un artista a tuttotondo. È musicista e ama coltivare una delle sue passioni più spiccate: la pittura. Si apprezza in lui una dimensione poetica che nasce percettivamente da un suo percorso personale, collocandosi fuori da ogni connotazione scolastica o da ogni categoria artistica specifica. Il suo incontro con la pittura avviene casualmente, riprendendo una sua primitiva inclinazione

La narrativa nella sua produzione si esplica apparentemente come un itinerario in una oggettistica spesso con risvolti onirici e surreali, in cui la figura, quasi sempre elemento presente nella nostra quotidianità e nell'incessante trascorrere alienante della vita umana, diventa protagonista, suggestione di messaggi che vanno oltre la superficie, ed è delineata in modo preciso e attento. La sobrietà e l'essenzialità del dipinto ci porta a indagare negli interstizi e nella nudità semplice dell'oggetto, panorami che inducono a riflettere su temi che colpiscono la precarietà dell'esistenza: è così, per esempio, in “Protezione oppressione” dove i contrasti estetici e sostanziali del quadro ci propongono scenari di analisi e di approfondimento non banali. Ed è nel gioco delle forme e nel combinarsi con il contesto circostante che si evidenziano le conflittualità di una quotidianità: l'oggetto ci invita a riflettere su noi stessi, diventando, nella calibratura dei colori e delle luci, quasi parte integrante dell'individuo. L'iperrealismo di Simone , seppure risulti riduttiva la definizione, nasce da un'attenzione minimale ai particolari che formano l'oggetto, portando a celebrare l'elemento reale e di comune utilizzo, partendo da un'elaborazione artistica della sua fotografia, portandoci a immetterci ed esplorare un “super reale”, proprio perchè parte dal dato empirico, conducendo poi lo spettatore in una dimensione che va oltre il reale, divenendo quasi introspettiva, psicologica, di certo intellettiva. Simone riesce a ridare senso e significato, quasi fossero poeticamente dei significanti, a oggetti comunemente non riconosciuti nella loro valenza poetica e lirica, rivisitati in un'originalità tale da rendere fondamentale ogni loro minimo dettaglio.

(testo di Alessandro Rizzo)



Simone Menicacci è nato a Vigevano nel 1977, attualmente vive a Castello d’Agogna (PV). Ha iniziato a dipingere intorno ai 25 anni mostrando una buona predisposizione che lo ha portato a esporre in numerose mostre. Suona la chitarra compone canzoni e fa parte di alcuni gruppi esibendosi spesso in concerto.
Tra le esposizioni alle quali Simone Menicacci ha partecipato, soprattutto nel nord d’Italia, ricordiamo:
12 e 13 maggio 2007 – Manifestazione “En plain air” Arte sul Naviglio Alzaia Naviglio Grande – Milano (MI)
29 maggio – 22 giugno 2007 Esposizione collettiva Galleria d’Arte Artelier Via Paolo Frisi 12 – Milano (MI) con pubblicazione di opere su Magazine “OK Arte Milano” giugno-luglio 2007
1/15 Aprile 2008 – Esposizione collettiva “Le colour de l’Italie” Espace Arsinoe Montmartre PARIGI FRANCE
24 giugno – 15 luglio 2008 Esposizione personale “Oltre la quotidianità..” Ristorante Mediaset 46 – Cologno Monzese (MI)
22 ottobre – 1 novembre 2009 Esposizione dell’opera “Abbraccio” nel palazzo della Permanente di Milano, per essere arrivato nella finale nazionale del premio Arte 2009. Premio indetto dalla rivista Arte Mondadori
3 novembre 2009 – Intervistato nella trasmissione Pomeriggio Italia su Canale Italia con presentazione di alcune sue opere.
4 settembre – 12 settembre 2010 Esposizione personale “Il solito, nuovo, mondo” Palazzo del Moro, Mortara.
23 ottobre – 31 ottobre 2009 Selezionato per la partecipazione della “Biennale di Lecce”