Sergio Ragalzi – Acromate Inquieto

Vicenza - 04/02/2017 : 04/03/2017

Una retrospettiva dedicata alle opere dell’artista piemontese.

Informazioni

  • Luogo: APART SPAZIOCRITICO
  • Indirizzo: Contrà Pedemuro S.Biagio 41 36100 - Vicenza - Veneto
  • Quando: dal 04/02/2017 - al 04/03/2017
  • Vernissage: 04/02/2017
  • Curatori: Sharon Di Carlo
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Monday - Friday 11.00 - 13.00 / 16.00 - 20.00 Saturday - Sunday by appointment

Comunicato stampa

APART spaziocritico presenta, Giovedì 4 Febbraio, SERGIO RAGALZI (Torino 1951): “Acromate Inquieto”, retrospettiva dedicata alle opere dell’artista piemontese.
Dodici lavori realizzati tra la fine degli anni ‘80 e inizi degli anni ‘90 - sia su carta che su tela- introdurranno una piccola parte della grande produzione artistica di Ragalzi, a partire dalla serie Ombre Atomiche, agli Insetti, Bozzoli, fino ad arrivare ai Virus.
Quello di Sergio Ragalzi è un pensiero politico-sociale dell’arte; attraverso una grande sensibilità ricettiva, percepisce inconsciamente la durezza dell’esistenza nelle sue immagini, energie, contrasti e dolori, per poi tentare di risolverla nei suoi lavori

Il colore sparisce, non compare. Attraverso la sua non presenza, trattiene ogni sfumatura verso distinte polarità: il bianco e il nero.
Per l’artista la pittura è elemento disturbante, quasi forviante; la profondità e l’equilibrio di ogni rappresentazione, attraverso l’uso bilanciato degli opposti, rende, per Ragalzi, l’immagine più nitida, essenziale, quasi immateriale.
La figura non c’è, svanisce, si dissolve nell’ombra, nell’immagine del nulla.
Ed è così che Sergio Ragalzi rappresenta la vita e quindi la sua pittura, attraverso l'essenza e la presenza dell'ombra, con un filtro emozionale drammatico e pungente, come un “acromate inquieto”, come una fotografia in bianco e nero.