Sentieri Contemporanei

Alghero - 30/04/2017 : 08/05/2017

Parte da Alghero la prima tappa del progetto triennale Sentieri Contemporanei, promosso da Fondazione di Sardegna con Zerynthia Associazione per l'Arte Contemporanea O.D.V. e Decamaster/Master in Diritto ed Economia per la Cultura e l'Arte dell'Università di Sassari, in collaborazione con Fondazione META.

Informazioni

Comunicato stampa

Parte da Alghero la prima tappa del progetto triennale Sentieri Contemporanei, promosso da Fondazione di Sardegna con Zerynthia Associazione per l'Arte Contemporanea O.D.V. e Decamaster/Master in Diritto ed Economia per la Cultura e l'Arte dell'Università di Sassari, in collaborazione con Fondazione META





In-Giro / A-round Domenica 30 aprile 2017, ore 18.00
Ex mercato del centro storico, Alghero


No Man's City / la Città di tutti
installazione site-specific di Yona Friedman con Jean-Baptiste Decavèle
Mercoledì 3 maggio 2017, ore 17.00
Piazza Pino Piras e Torre medievale di Porta Terra, Alghero

Post-digital design
Auto-costruzione per la rigenerazione dello spazio pubblico
Lunedì 8 maggio 2017, ore 17.00
Dipartimento di Architettura - Ex Ospedale di Santa Chiara
Bastioni Marco Polo, 77 – Alghero

Gli eventi proposti offrono con discrezione e delicatezza un’occasione per celebrare il paesaggio italiano.

Il progetto si allaccia al tema dei Beni comuni, trasferendo la tematica dell'uso collettivo e civico nel campo della cultura contemporanea.

Sentieri Contemporanei si avvale della partecipazione attiva degli studenti dell'Università e dell'Accademia di Belle Arti di Sassari, di Istituti Scolastici di Sassari e di Alghero e della collaborazione di volontari arrivati da altre città italiane.


***

In-Giro si ispira al Giro d'Italia, quest'anno alla centesima edizione, che vede la sua partenza proprio da Alghero. Biciclette che sfrecciano all’unisono sul saliscendi delle strade d’Italia, con l’infinita varietà della bellezza che va veloce, ma rimane impressa sulla retina. Ruote, cerchi e biciclette d'arte sono in mostra nel vecchio mercato dismesso.

Partecipano gli artisti: Maria Thereza Alves, Getulio Alviani, Marco Bagnoli, Massimo Bartolini, Gianfranco Baruchello, Elisabetta Benassi, Jimmie Durham, Jan Fabre, Marco Fedele di Catrano, Rainer Ganahl, Alberto Garutti, Laura Grisi, Fabrice Hyber, Felice Levini, H.H. Lim, Gülsün Karamustafa, Luigi Ontani, Luca Maria Patella, Cesare Pietroiusti, Vettor Pisani, Michelangelo Pistoletto, Daniele Puppi, Annie Ratti, Gert Robijns, Maurizio Savini, Remo Salvadori, Ettore Spalletti e Donatella Spaziani.

La mostra a cura di Zerynthia è accompagnata da un testo inedito del poeta Francesco Serrao.

No Man's City / La Città di Tutti è un'installazione site-specific di Yona Friedman con Jean-Baptiste Decavèle composta da 400 cerchi di legno che in un gioco combinatorio formano un'architettura mobile che Friedman, di volta in volta, adegua al paesaggio urbano.

"We all know how the cities are. They can, eventually, become different." Yona Friedman

Nell'adiacente Torre medievale di Porta Terra il pubblico potrà fruire di un'ampia documentazione video e cartacea del viaggio intrapreso in Italia negli ultimi tre anni da Yona Friedman con Jean-Baptiste Decavèle.

Post-digital design. Auto-costruzione per la rigenerazione dello spazio pubblico è il titolo della Lezione aperta di Paolo Cascone di COdesignLab. Partecipano al dibattito: Domenico D'Orsogna, Antonello Marotta, Vanni Maciocco. Post-digital design è il primo appuntamento del ciclo di workshop, tavole rotonde e seminari di “Sentieri contemporanei”, a cura dell'Università di Sassari: Decamaster / Master in Diritto ed Economia per la Cultura e l'Arte, in collaborazione con LEAP / Laboratorio Internazionale sul Progetto Ambientale, CubAct / Incubatore Universitario d’Impresa, NRD / Nucleo di Ricerca sulla Desertificazione e Contamination Lab.