S. Manneraak – Norwegian Hallucinations

Roma - 03/03/2017 : 30/04/2017

Le opere in mostra sono il risultato della fusione del patrimonio culturale e naturale norvegese e della peculiare visione artistica del loro autore.

Informazioni

  • Luogo: 28 PIAZZA DI PIETRA
  • Indirizzo: Palazzo Ferrini-Cini Piazza di pietra 28 00186 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 03/03/2017 - al 30/04/2017
  • Vernissage: 03/03/2017 ore 18
  • Autori: S. Manneraak
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

La galleria 28 Piazza di Pietra presenta dal 3 marzo al 30 aprile 2017 Norwegian Hallucinations, una mostra dell’artista norvegese Manneraak.

La mostra approda a Roma a un anno dal grande successo ottenuto a New York e si sposterà a Cannes a maggio 2017.

Le opere in mostra sono il risultato della fusione del patrimonio culturale e naturale norvegese e della peculiare visione artistica del loro autore

Il progetto espositivo risulta quindi un’immersione nel mondo personale e interiore dell’artista attraverso una stretta relazione/interazione con i paesaggi e gli elementi naturali della sua terra di origine, con la grandezza della natura, la sua ruvidità e al contempo la sua malinconia.
Un paesaggio mitico che si rivela alla mente attraverso un incontro, talvolta solitario, tra il mistero della natura e la sua bellezza e l’esperienza visiva e spirituale dopo giorni e notti trascorsi nella privazione di sonno e cibo.

L’esposizione articolata sui due livelli della galleria è quindi un omaggio alla Norvegia e ai suoi suggestivi scorci talora sereni e a tratti selvaggi, ma anche e soprattutto un viaggio alla scoperta dell’interiorità dell’artista e della sua personale visione e percezione del circostante.

Questa ambivalenza concettuale si rispecchia nel procedimento tecnico specifico dei lavori di Manneraak; la fotografia non è che il punto di partenza del suo caratteristico procedimento artistico, l’intervento pittorico e la successiva stampa su una speciale carta metallica conferiscono a queste opere un’espressività e un’unicità sorprendenti, al punto da non riuscire a capire se ci si trova di fronte ad una fotografia o ad un’opera pittorica.

La mostra è stata realizzata grazie al contributo di:




Organizzazione a cura di:
SorlandSydland
[email protected] /+39 3393713285