Ryan Mendoza – Tutto è mio

Milano - 17/03/2015 : 17/03/2015

La storia di un anno trascorso a Berlino da un famoso pittore. La mappa di una caccia al tesoro che, grazie agli indizi nascosti tra le righe, può condurre alla scoperta del suo dipinto più prezioso. Un manuale per trasformare la propria gelosia in una disciplina di creazione artistica.

Informazioni

  • Luogo: NONOSTANTE MARRAS
  • Indirizzo: via Cola di Rienzo, 8 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 17/03/2015 - al 17/03/2015
  • Vernissage: 17/03/2015 ore 19
  • Autori: Ryan Mendoza
  • Curatori: Simona Vinci
  • Generi: presentazione

Comunicato stampa

yan Mendoza
Tutto è mio
Bompiani



A cura di Simona Vinci

Traduzione di Simona Vinci e Didi Bozzini


“È come se per Mendoza l’uomo e la donna,
riconosciuti i legami che li tengono avvinti l’uno all’altra,
volessero liberarsi del peso dell’amore cavalcando
l’eterna idiozia della sessualità.”

MILAN KUNDERA

Ryan Mendoza in tour in Italia

Lunedì 16 marzo, ore 18.30 – PARMA - Libreria Chourmo
Martedì 17 marzo, ore 19 – MILANO - NonostanteMarras
Sabato 21 marzo – NAPOLI
Mercoledì 25 marzo – BOLOGNA - MAMBO
Giovedì 26 marzo – ROMA - MACRO

“Crudo, carnale, delirante e insieme lucido come uno specchio”
“Ogni artista ha bisogno di una Musa” (Simona Vinci)

La storia di un anno trascorso a Berlino da un famoso pittore. La mappa di una caccia al tesoro che, grazie agli indizi nascosti tra le righe, può condurre alla scoperta del suo dipinto più prezioso. Un manuale per trasformare la propria gelosia in una disciplina di creazione artistica.
Il romanzo di Ryan Mendoza è la somma di una serie di elementi che narrano la vicenda singolare di un artista, sospesa tra erotismo ed estetismo. Preso dal rimorso di avere abbandonato il padre morente in una casa di riposo in Pennsylvania, il protagonista si trasferisce a Berlino, dove attende la visita del più influente critico d'arte al mondo.
In cerca d'ispirazione, convince la moglie e alcuni giovani modelli a posare nudi per lui, poi li spinge ad arditi giochi sessuali. L'atelier diventa così il teatro di performances sempre più disinibite. Il racconto si dipana seguendo i ritmi paralleli della mente e della realtà, per dare origine ad un diario intimo di sorprendente verità.
Progressivamente, la vita di coppia si fa sempre più tortuosa, l'arte sconfina nella pornografia, la gelosia si muta in desiderio e la ricerca di un'immagine coincide con la pratica costante dell'eccesso.

BOMPIANI - Collana Overlook, pag. 224, € 19,00

Ryan Mendoza (New York, 1971) è un pittore americano di grande notorietà. Vive e lavora tra Napoli e Berlino.
Le sue opere sono state esposte in gallerie di tutto il mondo: da Milano a Londra, da Parigi a Tokyo.