Ryan Gander – Jolly Grown Up

Torino - 07/11/2015 : 09/01/2016

Un progetto dell’artista inglese Ryan Gander (Chester, UK, 1976) concepito in ogni dettaglio insieme alla figlia di cinque anni Olive May Gander.

Informazioni

  • Luogo: QUARTZ STUDIO
  • Indirizzo: via Giulia di Barolo 18/D 10124 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 07/11/2015 - al 09/01/2016
  • Vernissage: 07/11/2015 ore 19
  • Autori: Ryan Gander
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: su appuntamento
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Sabato 7 novembre 2015 alle ore 19.00 Quartz Studio ha il piacere di presentare la mostra Jolly Grown Up, un progetto dell’artista inglese Ryan Gander (Chester, UK, 1976) concepito in ogni dettaglio insieme alla figlia di cinque anni Olive May Gander. Punto di partenza di questo scambio alla pari tra padre e figlia è l’opera La ridistribuzione di tutto ciò che è buono del 2014

Un anno fa – racconta Ryan Gander - diedi a mia figlia, che al tempo aveva quattro anni, un piccolo taccuino Moleskine con l'idea che potesse essere fiera dei disegni che realizzava (invece di avere centinaia di fogli A4 disegnati a metà sparsi sul pavimento) ed imparasse come i documenti e gli oggetti funzionino insieme nelle collezioni, in questo caso legati tra loro in un volume. Con mia sorpresa tornò da me un’ora dopo con lo stesso libro completato. Non aveva fatto un solo segno nel taccuino, ma aveva strappato, piegato, tagliato e fatto buchi e forme nelle pagine. Aveva bluffato due volte, la libertà creativa che la sua ingenuità infantile le aveva dato, aveva prodotto un’opera d'arte inaspettata. Mia figlia aveva una prospettiva totalmente alterata della nozione del produrre arte, disegni e libri e, in quel 'non sapere', aveva prodotto qualcosa di totalmente originale. L'opera d'arte 'La ridistribuzione di tutto ciò che è buono' è una rivisitazione di quel momento. Quel libro realizzato da mia figlia è stato scannerizzato pagina per pagina e meticolosamente disposto cosicché lo spettatore possa vedere il libro come una panoramica o, per intero, in un solo sguardo, stampate su lastre di alluminio.

On Saturday, November 7, 2015 at 7:00 pm, Quartz Studio is delighted to present the exhibition Jolly Grown Up, a project by the English artist Ryan Gander (Chester, UK, 1976), conceived in every detail with his five-year-old daughter Olive May Gander. The starting point of this exchange between equals, between father and daughter, was 'The redistribution of everything that is good' from 2014. As Ryan Gander explains, "A year ago I gave my daughter, who was four at the time, a small Moleskine notebook with the idea that she would take pride in the drawings she made (instead of having hundreds of half finished sheets of A4 strewn around the floor) and learn how documents and objects work together in collections, in this instance bound into a volume. To my surprise she came back to me an hour later with the same book complete. She had not made a single mark in the book but instead had torn, folded, cut, and punched holes and shapes in the pages. She had double bluffed, the creative freedom her childhood naivety had given her had produced an unexpected masterpiece. She had a totally altered perspective on the notion of art making, mark making and book making, and in that 'not knowing' something entirely original had been brought into the world. The art work 'The redistribution of everything that is good' is a revisiting of that moment. That book that had been made by my daughter was scanned page by page and meticulously laid out so that the spectator can see the book as an overview or a whole in once glance, to produce aluminum printing plates.”

We would like to thank the artist, Rebecca May Gander, Ryan Gander’s Studio and the Lisson Gallery (London, Milan) for their invaluable contributions. The show will be open from November 7, 2015 until January 9, 2016, upon appointment.


credit: image courtesy of the artist