Rosengarten Festa

Bolzano - 14/09/2013 : 14/09/2013

A Bolzano - nel cuore delle Dolomiti - torna per la seconda volta il Rosengarten Festa, la festa del distretto creativo della città. Il progetto in progress di e sul distretto creativo nasce da un'idea di franz, impresa creativa che attraverso differenti attività (tra le quali il web magazine franzmagazine.com) stimola e promuove un territorio - Alto Adige, Trentino e Tirolo - contemporaneo, innovativo, inclusivo e visionario.

Informazioni

Comunicato stampa

A Bolzano - nel cuore delle Dolomiti - torna per la seconda volta il 14 settembre 2013 Rosengarten Festa, la festa del distretto creativo della città.

Il progetto in progress di e sul distretto creativo nasce da un'idea di franz, impresa creativa che attraverso differenti attività (tra le quali il web magazine franzmagazine.com) stimola e promuove un territorio - Alto Adige, Trentino e Tirolo - contemporaneo, innovativo, inclusivo e visionario



Insieme ad altre realtà del quartiere bolzanino, che si trova a pochi passi dal centro storico che lavorano nei settori dell'arte, della cucina, dell'architettura e del design (Institute of Friends, Antonella Cattani Contemporary Art, Studio Carmen-Latorre-D’Affronto, Condito, Shakti, MM Design), franz vuole veicolare la convinzione che la creatività non è semplicemente un’attitudine personale, ma soprattutto uno strumento di lavoro sul quale e con il quale costruire impresa. In un'ottica di condivisione e scambio di professionalità e conoscenze.

Si è così iniziato un lavoro di creazione di senso e di costruzione di relazioni e dialoghi, sia con gli abitanti che con i numerosi artisti e designer che abitano e lavorano in questa specifica area urbana, che per le sue caratteristiche geografiche e identitarie, si connota come luogo ideale per far circolare questi concetti e per far crescere l'attenzione verso l'imprenditoria creativa.

Il primo passo del progetto è la Rosengarten Festa, una festa che apre i cortili, i palazzi, gli spazi privati e gli spazi urbani di una piccola via dedicata alla celebre montagna altoatesina, per riempirli con installazioni e contributi performativi di artisti e designer, dal quartiere e da tutta la regione.

Gli organi della stampa sono cordialmente invitati a partecipare alla festa bolzanina.
Si prega di confermare l'eventuale partecipazione, così da poter organizzare al meglio l'accoglienza bolzanina.

In allegato comunicato stampa, partecipanti e progetti presenti alla festa, alcune immagini della scorsa edizione.


PARTECIPANTI e PROGETTI

DAL DISTRETTO CREATIVO
ANGELA GLAJCAR @ ANTONELLA CATTANI CONTEMPORARY ART
Blanco. Progetto site specific per la Galleria Antonella Cattani Contemporary Art
Angela Glajcar è una scultrice, strappa e perfora la carta trasformando un materiale delicato in un materiale forte e robusto che impiega anche per lavori monumentali. Per gli oggetti, rilievi e installazioni l’artista germanica impiega una carta, prodotta con tecniche avanzate che le consente di modellare volumi, articolando i rapporti tra interno ed esterno. Ogni intervento è in riferimento al foglio precedente e diviene al tempo stesso la base per la composizione dei fogli successivi. Questa procedura si ripete fino a quando non emerge il negativo di una forma caratterizzata da una sorta di stratificazioni che richiamano alla mente quelle geologiche; il nostro sguardo segue allora la direzione di un labirinto che scende nelle viscere della scultura conducendoci all’interno di questa stessa fino al punto in cui la luce può penetrare.
La Mostra realizzata da Angela Glajcar con un progetto site specific per la Galleria Antonella Cattani Contemporary Art inaugurerà negli spazi della galleria alla presenza dell’artista.
http://www.glajcar.de/

CARLA CARDINALETTI
Come as U are. Installazione site specific. Materiali: stencil su pavé
Come as U are è un esortativo, un invito ad accedere all’area della Rosengarten Festa, dove si respira aria di libertà. Carla Cardinaletti si ispira al celebre brano dei Nirvana per invitare la città a conoscere il quartiere creativo nato spontaneamente grazie alla presenza casuale di artisti e designer. L’arte come massima espressione della libertà di ognuno accoglie tutti, proprio come sono.
www.carlacardinaletti.com
Per la realizzazione dell’installazione si ringraziano: CUCCIA DIGITAL IMAGING, SEPI SNC

DANIELA CHINELLATO
Wunderfluchtbar/Fantasticafugabar. Installazione. Tecnica mista, oggetti ritrovati, vecchi e nuovi lavori dell’artista e di amici
“Un bar tutto "mio" anche se per poche ore, non può che essere fantastico! Il bar, in generale, ha poi un altro aspetto che mi appartiene: è un luogo di fuga, magari solo per pochi minuti, ma è una fuga dalla quotidianità della propria giornata. Così penso alla mia installazione-bar. Un angolino dove meravigliarsi e cambiare la direzione dei propri pensieri”.


ELEONORA CUMER
CREAtività. Installazione partecipata
In un mondo dove siamo bombardati di messaggi tutti uguali e dove cercano in tanti modi di omologarci, una semplice parola ci può far capire come invece siamo ancora, e per fortuna, diversi. Partendo dal significato trovato sul dizionario della parola (o hashtag?) #creatività verrà richiesto alle persone, tramite twitter e instagram, cos'è per loro la creatività. L'utilizzo del social network è dettato dalla maggiore possibilità che ci dà questo mezzo di coinvolgere anche i giovani. Il risultato della "ricerca" verrà trasformato in una installazione partecipata che sarà visibile durante la festa.
Chiunque vorrà stampare il proprio hashtag per poi vederlo sulle pareti di via Catinaccio durante la festa, potrà farlo partecipando a un laboratorio partecipato che si svolgerà giovedì 12 settembre dalle ore 18 a Museion Passage. L’artista Eleonora Cumer guiderà i partecipanti nella tecnica di stampa, che potranno così concretamente contribuire alla riuscita della Rosengarten Festa.
http://www.eleonoracumer.com/

BRUNA MARIA DALLAGO VENERI + SVEN KOE
Treffpunkt Löwengrube. Installazione letteraria
Da circa 500 anni il Löwengrube, in piazza Dogana nel quartiere Dodiciville, è una taverna. Qui nel 1913, un anno prima dello scoppio della prima guerra mondiale, si incontrano un irredentista trentino e un anarchico di Monaco di Baviera. I due dialogano tra loro e annotano questo incontro in taverna sul loro diario. La scrittrice Brunamaria Dal Lago Veneri e il franz-blogger Sven Koe mettono le due pagine di diario al centro di un’azione comune site specific per la Rosengarten Festa.

GALLERIA FOTO-FORUM + GRUPPO RODOLFO NAMIAS + PEPPI GANDER
Antiche tecniche fotografiche
Presso la Galleria foto-forum sono in mostra le opere dei soci del Gruppo Rodolfo Namias, dediti alla stampa fotografica con tecniche che provengono dall’ormai lontano XIX secolo.
È un’arte che richiede passione, manualità, e molta voglia di sperimentare.
La proposta del Gruppo, in piena epoca digitale sempre più protesa verso il futuro, è quella di uno “slow food della fotografia”: alla lontana dalla standardizzazione, dal “pronto per l’uso”, dalla tecnologia industriale sempre più raffinata e quindi non riproducibile in proprio con mezzi semplici. In occasione della mostra e raduno del gruppo Rodolfo Namias di Parma che si dedica alle Antiche Tecniche Fotografiche il Socio Rosario Tinnirello di Robbio (PV) dimostra la tecnica dell’oleotipia.
La dimostrazione si svolgerà negli spazi della Galleria foto-forum in via Weggenstein 3.
www.foto-forum.it

THOMAS KRONBICHLER @FRANZMAGAZINE
How did we get here. Installazione
La corporate identity della Rosengarten Festa di quest’anno racconta immagini di giardini, fiori, colibrì. Ma come è arrivato il graphic designer Thomas Kronbichler proprio a queste scelte? Come si è svolto il processo creativo che ha portato a questo immaginario? L’intero sviluppo dell’idea, dalle prime ipotesi fino alla proposta finale, viene presentata passo passo allo spettatore, che potrà così seguire la linea immaginaria (ma anche molto concreta) del pensiero creativo.
http://www.kronbichler.eu/

INSTITUTE OF FRIENDS
Institute of Friends takes over Animal Planet. Installazione site specific
In occasione della seconda edizione della Rosengarten Festa, l'Institute of Friends occuperà temporaneamente le vetrine del negozio "Animal Planet" e proporrà al pubblico la possibilità di farsi valutare il livello di creatività.
http://www.instituteoffriends.com/

MAXIMILIAN LÖSCH + BLUFINK (Katharina Erlacher, Elisabetta Moretto, Katherina Longariva)
Waschsalongeschichten - Benvenuti in tintoria. Installazione site specific
Uno spazio dimenticato, a lungo inutilizzato, la solitudine di un luogo che non ospita più… In quel silenzio sono successe molte cose, ora lo spazio vuole accogliere, raccontare e annunciare il suo ritorno. I mobili che si sono accumulati, la polvere, lo slalom tra gli oggetti alla scoperta di un luogo che si ripresenta come parte vissuta della città. In mezzo al caos 2 poltrone… 1 occupata, 1 libera… la possibilità di un dialogo multiforme. 1 persona è seduta per ascoltare, chiunque lo desideri può sedersi, raccontare, chiacchierare. Storie vere o inventate, la sua vita o quella di quel luogo… uno spazio libero per l’immaginazione, per la creatività e la comunicazione sincera. L’ascolto, la presenza, le storie, faranno parte della rivitalizzazione del luogo, riempito nuovamente di vita, per dare il benvenuto a tutti quelli che varcheranno la sua soglia. L’ascolto si fonderà nell’abbraccio silente del tango.
http://www.blufink.com/

MAX AND THE MIRROR
Cr.One – The Clothing Rack. Appendiabiti in materiale plastico e installazione video
Dopo aver lavorato su diversi progetti di architettura e design con Zaha Hadid, Rem Koolhaas e Delugan Meissl nei loro studi a Londra, Rotterdam, Vienna e Amburgo, Peter Pichler ha deciso di iniziare la sua personale carriera di architetto e designer creando il label Max and the Mirror nel 2013. Max and the Mirror è una società di design caratterizzata da un personale linguaggio estetico ed espressivo, attraverso superfici innovative utilizzate normalmente nell’arte e nel settore automobilistico. Il primo progetto della società – presentato nel suo processo di creazione e realizzazione alla Rosengarten Festa - è “cr.one - the clothing rack”.
www.maxandthemirror.com

PETER PROSSLINER
Rosengarten Dreams State Agency. Installazione site specific
Come si potrebbero riempire gli spazi vuoti, sfitti, inutilizzati sparsi nel quartiere Dodiciville, in un’ottica di distretto creativo? Un’agenzia immobiliare temporanea illustra ai visitatori gli spazi disponibili, che ciascuno può riempire con i propri sogni, i progetti ideali, le aspirazioni più creative.
http://www.akrat.org/

DJ RANDOM M.
Funk meets soul! Latin meets hiphop! Senza lasciarsi etichettare entro i limiti di un genere predefinito, l'appassionato collezionista di vinile propone dischi che spaziano dal funk, soul al latin fino a hiphop.


ROBERT PAN
L’artista altoatesino Robert Pan ospita, in occasione della Rosengarten Festa, nella vetrina antistante il suo studio in via Conciapelli un lavoro dell’artista svizzero Marck. I passanti si troveranno faccia a faccia, lungo la strada, con “Maria II” (video loop 36 min). Uno scambio tra artisti, opere d’arte, spazi e geografie, che racconta le sinergie e gli incontri che si generano in un distretto creativo.
www.robertpan.com


TEAMBLAU
Rosengarten Wall. Twitter/instagram wall
Teamblau ha progettato e realizzato appositamente per la Rosengarten Festa una particolarissima twitter/instagram wall, proiettata su un muro di via Catinaccio durante l’evento. Un muro interattivo sulla quale leggere, guardare, scoprire i contributi e i pensieri in tempo reale di tutti i presenti. Tutti possono contribuire con le proprie parole e immagini, utilizzando l’hashtag #rosengartenfesta.
Oppure, per essere parte attiva del progetto artistico di Eleonora Cumer, utilizzando l’hashtag #creatività e rispondendo alla domanda: a cosa pensi se dico #creatività?
http://www.teamblau.com/it/



OSPITI
JULIA BORNEFELD + ALEXANDER EBNER
Final play. Videoinstallazione
Il videoclip “Final play” è stato creato in collaborazione con Alexander Ebner. In poetiche, malinconiche sequenze di immagini il video documenta la deformazione attuata dal fuoco di uno strumento a tastiera. Per questo progetto artistico è stato sviluppato da Alexander Ebner un sound ad hoc.


MARCELLO FERA + TRIO CONDUCTUS
The last quarter
Marcello Fera – violino. Ivo Brigadoi – violoncello. Silvio Gabardi - contrabbasso
L'omaggio di Conductus e Marcello Fera alla Rosengarten Festa si consuma allo scadere della mezzanotte: gli ultimi quindici minuti della serata infatti, troveranno negli spazi della galleria Antonella Cattani Contemporary Art il luogo in cui farsi musica attraverso le composizioni di Marcello Fera e della compagine d'archi da lui guidata."Conductus è un ensemble d'archi. È un modo di pensare e di fare musica che non insegue modelli ma cerca di vivere e produrre senso, emozioni ed energia. Musiche nuove e antiche, di intelletto e di "popolo".
www.conductus.it


CORRIERE INNOVAZIONE
Energie. Conferenza trasmessa in live streaming
Fantasia, cuore, razionalità. Le energie che muovono il mondo dell’innovazione hanno bisogno di efficienza e alternative. Modelli sostenibili, dall’Italia all’Europa, si confrontano nel cuore della Green Region alpina. Perché la prima energia rinnovabile siamo noi. Tra gli ospiti dell’evento, il ministro dello sviluppo economico Flavio Zanonato. La serata, che si svolgerà al Salewa Cube, sarà trasmessa in live streaming alla Rosengarten Festa, per creare un ponte tra idee, progetti, energie.
www.corriereinnovazione.corrieredelveneto.it


ELEVATE PLAYS TRANSART
Mapping Party - Open Up Your Dodiciville! Workshop by Stefan Kasberger, Christopher Kittel
Un workshop per realizzare una cartina digitale alternativa del quartiere Dodiciville: abitanti, artisti, creativi e tutti gli interessati, sono invitati a fare una ricognizione della zona, a segnalare e condividere impressioni e punti di vista sulla nuova mappa, utilizzando smartphone e tablet. Le segnalazioni prenderanno la forma di una cartina accessibile online, uno spunto per proporre nuove idee per il futuro del quartiere.
Partecipazione gratuita solo su prenotazione: [email protected]!
www.transart.it

Un progetto di Transart in collaborazione con Elevate, franzmagazine. Con il supporto di Tis. Innovation Park, Open Gis Data

DJ LOIS LANE
È un uccello? È un aereo? No, è Lois Lane! Il Dj è “partner in crime” del collettivo wupwup e ha suonato in diverse location (e afterhours) in tutta Europa. Il suo motto: underground is the king! La musica di Lois Laine spazia dalla techno alla micro house miscelando tracks vecchi e dimenticati con produzioni più recenti. I suoi set sono fatti di flow avvolgenti e sonorità raffinate. Lois Lane è anche uno degli iniziatori del progetto prawneg&wolf, galleria d’arte di Brunico.
www.prawnegandwolf.com
www.wupwup.com


LONDON ELEPHANTS
A dispetto del nome, la band sta di casa tra Vienna e Bolzano e si contraddistingue per un sound tutt’altro che pesante, sospeso tra distorsione e melodia. Temi come amore, paura, ricerca dell'identità, solitudine, insicurezza, estasi trovano svolgimento all'interno di canzoni fresche, dirette, ricercate che, tra alti e bassi, trasmettono l’ambivalenza dei sentimenti: garage-rock dall’alto impatto emozionale. Attivi sulla scena indipendente dal 2011, i London Elephants nel 2012 hanno pubblicato il loro primo EP “Inverted Polygons” e nell’estate del 2013 sono stati protagonisti di un lungo tour a cavallo tra Italia e Austria.
www.london-elephants.com

VALENTINA MIORANDI
Turning Tables. Installazione work in progress
Turning Tables è un progetto dell’artista Valentina Miorandi, a cura di Giulia Crisci. Il lavoro nasce in reazione alla situazione critica di musei e istituzioni culturali italiane. È una costruzione collettiva che prende avvio concettualmente dalle pratiche di attivismo culturale nell’intento di creare riflessione ripartendo dalla dimensione del fare. Si tratta di un’installazione, risultato finale e visibile di un processo partecipativo itinerante che mira al coinvolgimento diretto dei protagonisti dei luoghi che ospitano il progetto e alla partecipazione attiva della collettività. È una scultura work in progress: una piattaforma galleggiante, un’imbarcazione d’emergenza che prende forma grazie al coinvolgimento di più persone. Il progetto vuol dare vita a un archivio aperto al fine di documentare differenti realtà che considerano l’arte e la cultura un diritto primario, sul quale si misura la qualità di una democrazia. Ogni tavola porta con sé, attraverso il testo inciso, un’esperienza italiana o estera.
www.valentinamiorandi.com

PONTEINFINITO (SANTIJA BIEZA + GUIDO MORGAVI)
Nascita. Performance per mamma e bambina
Innegabilmente il concepimento, la gravidanza e la nascita rappresentano le fasi del processo creativo per eccellenza. Con una performance sul diventare madre, eseguita con la partecipazione della figlia, Gaisma Morgavi – nata lo scorso maggio – Santija Bieza mette in “vetrina” la propria personale esperienza, esaminando con sguardo critico l’attuale sistema sanitario legato alla nascita e rimarcando – attraverso incisive frasi – aspetti come «l’eccessiva ospedalizzazione, che spinge le gestanti verso il parto indotto o il taglio cesareo. Per via di queste assillanti intromissioni – spiega Bieza – le madri perdono ogni possibilità di vivere con serenità la gravidanza e la successiva nascita».
www.ponteinfinito.com


GIANLUIGI RICUPERATI (ideazione) + MARTHA JIMÉNEZ ROSANO, GIOVANNI MELILLO KOSTNER (realizzazione)
Collective Mind Game - libido innovativa e desiderio di futuro in Alto Adige. Postazione sperimentale interattiva
Il progetto Collective Mind Game indaga il desiderio di futuro e innovazione in Italia oggi.
Un gruppo di ricercatori antiscientifici si pone l'obiettivo di visitare le principali località dell'Alto Adige per incontrare i giovani del territorio e sottoporli a un mind game, un ‘sondaggio emotivo’ ottenuto con una metodologia mutuata dalla vita digitale e dalla letteratura sperimentale: attraverso un ‘gioco’ virtuale basato su scelte forzatamente ‘pragmatiche’ e alternative, si sonda lo stato di ‘libido innovativa’ e di ‘desiderio di futuro’ del territorio. Ultima tappa della ricerca altoatesina: Bolzano, Rosengarten Festa. I racconti, le immagini e i risultati della ricerca saranno presentati al pubblico il 28 settembre in occasione dell’Innovation Festival.

SUNSHRINE
Il trio folk-acustico bolzanino nato nel 2011 e composto da Anna Mongelli, Dario Mongelli e Fabio Sforza, alterna chiari, scuri e momenti ipnotici al limite della psichedelia a intime e inedite ballad folk dal sapore britannico.

SWINGIN’ PAVONES
Il trio musicale composto da Riki Hueller, Roberto Tubaro e Diego Baruffaldi offre uno spettacolo di intrattenimento musicale all’insegna della musica italiana ed americana anni ‘50. Come a cavallo di una Vespa d’epoca, la band ci fa rivivere le atmosfere della musica di Elvis Presley, Chuck Berry, Louis Prima, Fred Buscaglione, Renzo Arbore ed altri classici artisti della “musica in bianco e nero”.
www.swinginpavones.com

TRANSART MUSEION SKB PRIZE
Aui Oi di Ulrike Bernard e Caroline Profanter. Performance per funivia
L’installazione sonora AUI OI è il progetto vincitore del concorso dedicato alla creatività indetto da Transart in collaborazione con la Fondazione Museion e il Südtiroler Künstlerbund. Un viaggio sonoro sulla Funivia del Renon e che oscilla fra le forme del paesaggio urbano e quello naturale. I musicisti elettroacustici e gli artisti della parola Ulrike Bernard, Caroline Profanter, JD Zazie, j/zemmeler, Johnny Haway, Daniel Kemeny, Ernst Markus Stein, si trovano fisicamente nella stazione a valle della funivia, mentre il suono da loro prodotto viene trasmesso in diretta in tutte le cabine. Nel corso dei 25 minuti di salita o discesa sarà possibile ascoltare un frammento della performance trasmessa nell'arco di 2 ore. La performance accosta suono e testo al continuo salire e scendere della funivia. Finzione e realtà si mescolano con la sensazione nostalgica dell'allontanamento dalla terra, o l'osservazione di essa da distanze sempre maggiori.
www.transart.it
Una coproduzione: Transart, Museion, Sudtiroler Kunastlerbund. Con il supporto di Funivia Renon. In collaborazione con franzmagazine. Si ringrazia: Reiffeisen, Selectra, Tim Bolzano, Komtech


INOLTRE…
SALOTTO BUONO
Anche alcuni negozi ed esercizi commerciali del quartiere Dodiciville si presentano durante la festa. In uno spazio sfitto ancora tutto da inventare, in un luogo vuoto da riempire, la boutique di interior design ARCADE ET, il restauratore IVAN BOZZI, la ricamatrice di COSI’ FAN TUTTE, la libreria KOLIBRI, lo studio grafico LIFE ART CONCEPT e lo studio fotografico FOTO FLASH, creano il SALOTTO BUONO della Rosengarten Festa, un angolo domestico temporaneo, un perimetro casalingo accogliente e familiare, dove attardarsi un momento, accomodarsi in poltrona, osservare i dettagli di un tavolo finemente restaurato, sfogliare un libro, accarezzare un morbido cuscino ricamato, guardare fuori (o dentro?) dalla finestra.
[In vista la prossima chiusura della cooperativa e dell’omonima libreria Kolibri, la Rosengarten Festa sarà l’occasione, per questo storico punto di riferimento culturale bolzanino, per dare il suo saluto alla città]

UNITED COLORS OF ROSENGARTEN
La creatività è un’attitudine che si sviluppa fin da piccoli. Ecco perché la Rosengarten Festa non può non guardare anche ai bambini, alla loro fantasia, al loro costante bisogno di scoperta e di espressione. Via Latemar sarà quest’anno un colorato punto di incontro per i più piccini, che qui potranno trovare giochi, matite e pennarelli colorati, fogli da riempire con i propri disegni, trucchi e pitture per rappresentare sul proprio viso fiori, uccelli, alberi, e tutto quello che le mani esperte delle “padrone di casa” (ESTETICA CELINE’, GOSSIP PARRUCHIERA) sapranno inventare per portare i bimbi a essere parte del Rosengarten.