Robert Gober / Louise Bourgeois

Milano - 15/05/2015 : 15/05/2015

La Haunted House (Casa degli spiriti) è uno degli edifici della distilleria degli anni Dieci del Novecento in cui ha sede la Fondazione Prada. Qui si svelano un’installazione permanente concepita da Robert Gober (1954) e due lavori di Louise Bourgeois (1911-2010).

Informazioni

Comunicato stampa

La Haunted House (Casa degli spiriti) è uno degli edifici della distilleria degli anni Dieci del Novecento in cui ha sede la Fondazione Prada. Senza modificare i volumi originali, il progetto architettonico ha preservato e rinforzato la struttura, la cui superficie esterna è stata rivestita di uno strato di foglia d’oro. Se le ampie finestre dell’edificio sottolineano il forte legame con il paesaggio urbano circostante e gli edifici adiacenti, la successione degli ambienti interni mantiene una dimensione spaziale intima in cui si svelano un’installazione permanente concepita da Robert Gober (1954) e due lavori di Louise Bourgeois (1911-2010)


Ai piani superiori sono esposte le opere di Gober, la cui ricerca tocca temi quali la sessualità, le relazioni umane, la natura, la politica e la religione. Lavori storici come “Untitled” (1993-1994) – un’enorme scatola di cereali Farina in mostra al secondo piano – sono esposti insieme a nuovi, come “Original Model for Top Floor of the Haunted House’ (2014). L’artista combina elementi della sfera quotidiana dando vita a oggetti ibridi: ‘Arms and Legs Wallpaper” (1995-2015), che riveste il secondo piano, rimanda a uno schema ricorrente nell’opera di Gober, mentre gli elementi architettonici – le porte in “Corner Doors and Doorframe“ (2014-2015) o il tombino di bronzo di “Untitled” (2014-2015) – risultano estranei nonostante contengano elementi familiari a tutti.
Denso di suggestioni legate all’infanzia e al corpo, al primo piano il lavoro di Gober entra in dialogo con due opere di Louise Bourgeois: “Cell (Clothes)” (1996) -– un’installazione di forma circolare costituita da porte poste l’una accanto all’altra e grate di ferro trattato, popolata da sculture e oggetti personali appartenenti alla stessa Bourgeois – e “Single III” (1996), una scultura realizzata in tessuto.

La Haunted House non fa parte del percorso espositivo aperto al pubblico e può essere visitata solo su prenotazione da parte dei dai visitatori in possesso di valido titolo di ingresso. Le prenotazioni si effettuano alla biglietteria, fino ad esaurimento posti, per gruppi di massimo 20 visitatori alla volta.