Rob Sherwood – Totem

Roma - 18/05/2016 : 15/07/2016

Federica Schiavo Gallery è lieta di presentare la terza mostra personale in galleria dell'artista inglese Rob Sherwood.

Informazioni

  • Luogo: FEDERICA SCHIAVO - GALLERY
  • Indirizzo: Piazza Di Montevecchio 16 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 18/05/2016 - al 15/07/2016
  • Vernissage: 18/05/2016 ore 18
  • Autori: Rob Sherwood
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Monday - Saturday, 12 am - 7 pm and by appointment

Comunicato stampa

(Il Totem è un oggetto che riveste un significato simbolico per una singola persona o famiglia, e che spesso serve a ricordarne l’origine).

Federica Schiavo Gallery è lieta di presentare la terza mostra personale in galleria dell'artista inglese Rob Sherwood.

La mostra include lavori appartenenti a diverse serie alle quali l’artista sta lavorando da qualche anno, ad esempio The White Palm Trees, e introduce i Blow Ups, una nuova serie di lavori astratti. Altre opere sono invece ispirate da alcuni frammenti dell'archivio dell'artista



Tutti i lavori si riallacciano alla costante riflessione di Rob Sherwood sui valori della pittura tradizionale (gesto e materia) quando incontrano la cultura visiva schermo-centrica e commercializzata del mondo digitale. Ad esempio i Blow Ups sono realizzati ingrandendo e riproducendo meticolosamente alcune astrazioni dipinte precedentemente in piccola scala diventando così figurativi, ossia dipinti di dipinti.

In The Junksman’s Lament #2, una scritta realizzata con un rosa vibrante chiede agli spettatori "WHAT IS THIS VOICE?" (Che cos'è questa voce?), una frase che l'artista ha trovato in una delle tante email spam che raccoglie e archivia. In particolare, la frase è tratta da una serie di email scritte da una persona che cercava di contattare gli uffici governativi e istituzionali per esprimere la propria opinione sulla società. La ricerca di tracce umane, di esperienze realmente vissute, tra i mezzi di comunicazione contemporanea spesso impersonali, è quello che spinge Sherwood a collezionare informazioni e creare nuove immagini.

La serie The White Palm Trees è stata ispirata dai poster con immagini di isole tropicali che spesso l'artista ha visto attaccate ai muri degli uffici e rappresenta un delicato contrappunto ai Blow Ups:
"Quando si guarda ai dipinti in questione, c'è la sensazione che ogni immagine sia arricchita da un'aura sognante. Dopotutto, questi dipinti non rappresentano gli alberi di palma come oggetti ma piuttosto come idea, immagini di immagini il cui oggetto è stato perso […]. E' come se il pensiero di qualcosa di immateriale e puro come la luce venisse svilito, reso appiccicoso e abietto".
(Rye Dag Holmboe ‘Filthy Lucre – New Paintings by Rob Sherwood’ – The White Review, Feb 2015).



Rob Sherwood (Bristol, Inghilterra, 1984) vive e lavora a Londra. Si è diplomato al Chelsea College of Art and Design, di Londra nel 2008.
Tra le mostre personali e collettive: Federica Schiavo Gallery, Roma (2016); Hannah Barry Gallery, Londra (2016); Hannah Barry Gallery, Londra (2015); Federica Schiavo Gallery, Roma (2013); Palazzo de Sanctis, Castelbasso (2013); Son Gallery, Londra (2012); Hannah Barry Gallery, Londra (2011); Hannah Barry Gallery, Londra (2011); Coldharbour London, Londra (2011); St. Luke’s, Londra (2011); Palazzo Collicola Arti Visive, Spoleto (2010); Son Gallery, Londra (2010); Federica Schiavo Gallery, Roma (2010); Premio Lissone 2010, Museo d'Arte Contemporanea di Lissone (2010); Pushkin House, Londra (2010); Chelsea Space, Londra (2010); Son Gallery, Londra (2010); Federica Schiavo Gallery, Roma (2009); Royal College of Art, Londra (2009); Hannah Barry Gallery, Londra (2009); 53° Biennale di Venezia (2009); ABZ Project Space, Londra (2008); Pushkin House, Londra (2008); St. Giles Church, Londra (2008); Whitechapel Gallery Cinema, Londra (2008); Auto Italia Gallery, Londra (2007).