Riccardo Benassi – Techno Casa

Milano - 14/11/2013 : 05/12/2013

Per la tappa milanese del progetto Techno Casa, presso gli spazi di Marsèlleria, Riccardo Benassi propone un’installazione ambientale site-specific il cui nucleo pulsante è il ciclo di dieci film (video-essays) denominati “Allegati” (di una durata complessiva di circa 3 ore).

Informazioni

Comunicato stampa

Per la tappa milanese del progetto Techno Casa, presso gli spazi di Marsèlleria, Riccardo Benassi propone un’installazione ambientale site-specific il cui nucleo pulsante è il ciclo di dieci film (video-essays) denominati “Allegati” (di una durata complessiva di circa 3 ore). Il suono dei film – colonna vertebrale più che colonna sonora – riempie il vuoto lasciato libero dagli interventi visivi e spaziali realizzati ad hoc, creando una relazione affettiva con l’architettura che lo ospita


L’intero progetto è una riflessione dell’artista su come l’utilizzo delle nuove tecnologie – in particolare gli smartphone – modifichi completamente il nostro rapporto con il quotidiano, e può essere visto come una sorta di tentativo di definire le possibilità pratiche per un “neo neo realismo” che deve fare i conti con la totale ridefinizione – sotto l’influsso di Internet – del concetto stesso di realtà.
Seguendo quest’idea, l’architettura (che gioca sempre un ruolo fondamentale nel lavoro di Benassi) sembra essersi trasformata in un sistema di presentazione e display, adattandosi alla realtà bidimensionale dello schermo. Ecco che gli interventi, pensati per Marsèlleria, visuali, oggettuali, spaziali e sonori, possono essere visti come un metodo per riattivare l’architettura stessa.
I film – della durata circa di 15 minuti ciascuno – sono chiamati “Allegati” perché tutti emanazione del video introduttivo, Techno Casa an introduction to, http://vimeo.com/63409277.
Ogni Allegato di Techno Casa è un film in bianco e nero girato con un telefono smartphone sul quale una striscia rossa in stile “news televisive” ospita un racconto, messo in discussione a tratti da alcune sorprendenti animazioni a colori in animation graphic e 3D.
I primi cinque Allegati sono stati prodotti da Xing in occasione della seconda edizione di Live Arts Week (Bologna, 16 – 21 aprile 2013) e presentati negli spazi del MAMbo – Museo d'Arte Moderna di Bologna http://www.liveartsweek.it/ita/riccardo-benassi.
Gli altri cinque Allegati sono stati prodotti dalle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara in occasione di Art Fall 13 (4 – 6 ottobre 2013, Videoteca Vigor del Comune di Ferrara) a cura di Maria Luisa Pacelli http://artemoderna.comune.fe.it/1906/techno-casa.

Così Filipa Ramos descrive l’opera di Riccardo Benassi: “Riccardo Benassi ha una mente pericolosa. L'incontro con i suoi occhi lucidi e l'infinito flusso dei pensieri, trasmessi attraverso i suoi progetti e lavori, rischia un condizionamento permanente del nostro modo di guardare e di relazionarci col mondo intorno a noi. Benassi è un filosofo del presente, aiuta il mondo rivelando le verità mistiche (per dirla alla Bruce Nauman), che appaiono chiare come acqua una volta annunciate e condivise con gli altri. I lavori di Benassi sono il risultato di un articolato assemblaggio di immagini, suoni, colori, testi, oggetti di design e diversi materiali che messi insieme generano installazioni su grande scala, video, performance, libri d'artista e elementi scultorei nel quale la parte visuale è solamente una dei molteplici elementi che compongono il risultato finale. La combinazione di sostanze materiali e immateriali lo pone sulla soglia tra praticante spaziale, ricercatore, teorico e musicista sperimentale.
Collaborando frequentemente con altri, Benassi è anche uno dei più interessanti agitatori della scena musicale europea underground, e dal 2004 insieme a Valerio Tricoli, è il creatore del progetto Phonorama un live elettronico collaborativo. Nel 2006 ha fondato insieme a Claudio Rocchetti il duo audio visuale Olyvetty”.

La mostra è accompagnata da un testo critico di Andrea Lissoni.

In concomitanza con Techno Casa a Marsèlleria, i dieci video saranno presentati il 23 novembre 2013 presso il Museo Marino Marini a Firenze. Seguirà un incontro tra Riccardo Benassi, Alberto Salvadori e alcuni dei componenti di Superstudio. L’occasione è il book launch del libro di Riccardo Benassi, Attimi Fondamentali – edito da Mousse Publishing, Milano – con contributi di Alberto Salvadori, Riccardo Benassi, Piero Frassinelli / Superstudio, Franco "Bifo" Berardi, Markus Miessen, e una conversazione tra Riccardo Benassi e Liam Gillick.


Biografia
Riccardo Benassi nasce in Italia nel 1982, cresce a Cremona, sulle rive del fiume Po e al momento vive e lavora a Berlino. Utilizza il ruolo di artista, scrittore, performer, musicista e designer per dare vita a opere che mirano alla creazione di nuove situazioni. Ha esposto in numerose istituzioni in Italia e all’estero tra cui recentemente: MAMbo – Bologna, MACRO – Roma, Museo Marino Marini – Firenze, CCCS – Firenze, NCCA – Mosca, 25th Nadezda Petrovic Memorial – Cacak, Diapason Gallery – New York City. La sua ricerca oppone un attrito alla crescente virtualizzazione, puntando a ristabilire il valore primario dell’esperienza sensibile attraverso una costante revisione del concetto di architettura. I suoi ambienti installativi hanno come comune denominatore una temporanea occupazione del vuoto che avviene grazie all’uso del suono e una costante sperimentazione sulle possibilità del “non visibile” di matrice concettuale. Ha recentemente pubblicato Lettere dal sedile del passeggero quando nessuno è al volante / Letters from the Passenger Seat whit No One at the Wheel (Mousse Publishing, 2010), Briefly, Ballare (Danilo Montanari Editore, 2012), Attimi Fondamentali (Mousse Publishing, 2012). Riccardo Benassi è docente presso l’Accademia di Belle Arti di Bergamo dove insegna Sound Design.