Ria Lussi – Lussi di Penelope

Milano - 24/03/2015 : 12/04/2015

La selezione di opere di Ria Lussi esposte in mostra raccoglie le diverse espressioni artistiche vagliate da Ria Lussi: disegni, matrici seriche, installazioni in neon e sculture in vetro.

Informazioni

  • Luogo: TESEO ARTE
  • Indirizzo: Corso Italia 14 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 24/03/2015 - al 12/04/2015
  • Vernissage: 24/03/2015 ore 18 presso “Biblioteca del Daverio” in piazza Bertarelli 4 a Milano
  • Autori: Ria Lussi
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Sito web: http://www.rialussi.com

Comunicato stampa

A distanza di due anni, martedì 24 marzo, alle ore 18, la “Biblioteca del Daverio” in piazza Bertarelli 4 a Milano, riapre le sue porte ai giornalisti e al pubblico per l’inaugurazione della mostra dell’artista Ria Lussi, Lussi di Penelope, esposizione a cura di Galleria Blanchaert e Teseo Arte in collaborazione con Philippe Daverio, storico dell’arte; la mostra si trasferirà poi nella sede di Teseo Arte dal 25 marzo fino al 12 aprile 2015



Ex refettorio nel cuore di Milano, la “Biblioteca del Daverio”, una sorta di Wunderkammer contemporanea, accoglie oggetti di diversa fattura e provenienza: dipinti, sculture, pezzi di design e arredamento, antichità e anticaglie, manufatti unici, preziosi e originali raccolti nel corso degli anni da Elena Gregori Daverio e Marco Teseo, titolare della galleria Teseo Arte. A impreziosire il grande salone, un affresco risalente alla fine del XV secolo recentemente restaurato di mano di Giovanni Donato di Montorfano (Milano, 1440 circa – 1510 circa), raffigurante La Crocefissione (1495 circa), soggetto già rappresentato dall’artista nel refettorio della chiesa di Santa Maria delle Grazie a Milano.

La selezione di opere di Ria Lussi esposte in mostra raccoglie le diverse espressioni artistiche vagliate da Ria Lussi: disegni, matrici seriche, installazioni in neon e sculture in vetro. Le opere sono rappresentative della genesi del lavoro dell’artista: dal segno a penna nera alle ampie campiture policromatiche su seta fino alla trasformazione dell’idea bidimensionale nelle sculture di luce in neon e vetro. I disegni lineari di Ria Lussi sono dunque una matrice munifica con diverse declinazioni: la traduzione cromatica dei disegni sulla seta e la conquista dello spazio attraverso l’uso del neon e del vetro.

Le colorate sculture in vetro appartengono a due diverse serie, Guerrieri di luce (2012) e Imperatori (2014), realizzate in collaborazione con i Maestri vetrai Danilo Zanella e Silvano Signoretto dello Studio Berengo di Murano che dal 2012 interpreta e trasforma in vetro le visioni ideali di Ria Lussi.

Parte del ricavato delle vendite delle opere saranno devolute alla Fondazione RCCS | Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.

Catalogo con prefazione di Philippe Daverio, Giunti editore, Milano 2015


PHILIPPE DAVERIO | Scheda biografica
Critico d’arte, giornalista, conduttore televisivo di origine francese ma naturalizzato italiano, da sempre si occupa del mondo dell’arte. Scrittore di testi di critica d’arte, direttore della collana Art e Dossier di Giunti, è pubblicamente noto per i programmi scritti e condotti per la RAI, “Passepartout” (2001), “Emporio Daverio” (2010), “Il capitale di Philippe Daverio” (2012). In occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, nel 2011 fonda “Save the Italy”, movimento di opinione senza struttura organizzativa che intende sollecitare cittadini e intellettuali a favore della tutela della enorme eredità culturale del Bel Paese.

RIA LUSSI | Scheda biografica
Milanese di nascita, Ria Lussi vive a Roma. Di formazione accademica, studia pittura a Parigi, visual design a Urbino e traduzione a Trieste. Amante del disegno, l’artista utilizza la penna nera per fissare in maniera indelebile il gesto artistico da cui prendono vita opere e installazioni in materiali fragili e mutevoli, come il vetro, il neon e la seta.