Rhizoma (Generation in Waiting)

Venezia - 29/05/2013 : 24/09/2013

La mostra, curata da Sara Raza, propone una visione chiara della trasformazione radicale dell’arte Saudita, sempre piu’ legata alle sue radici e alla vera cultura rappresentata dalla consapevolezza delle condizioni di vita in Arabia Saudita.

Informazioni

Comunicato stampa

In seguito al grande successo di “Future of a Promise”, mostra panaraba tenutasi durante la Biennale di
Venezia nel 2011, la fondazione Edge of Arabia è orgogliosa di partecipare come Evento Collaterale
alla 55. Esposizione Internazionale d’Arte con Rhizoma, un progetto a cura di Sara Raza. Nonostante
l’assenza del padiglione Saudita il pubblico dell’Esposizione avrà la possibilità di esplorare lo sviluppo
artistico-culturale all’interno del regno dell’Arabia Saudita. Prendendo ispirazione da una generazione di
artisti più giovani, e comprendendo le arti visive unite alla filosofia naturale e alle scienze, la mostra
presenterà un network emergente di artisti all'interno dell'Arabia Saudita

Questo network potrebbe
diventare uno dei movimenti artistici, culturali e sociali più importanti in assoluto nel mondo nel 21 secolo.
Come spiegato da Sara Raza, curatrice di Rhizoma, “Il titolo e il concetto dietro la mostra hanno un diretto
riferimento a un rizoma; radice di una pianta che invece di sviluppare le proprie radici lateralmente le allunga
verso l’alto. Si crea cosi una metafora per la fiorente generazione Saudita del giorno d’oggi. Gli artisti in
questione hanno una radice sotterranea, indipendente e visibilmente distintiva nei loro stili e approcci verso
l’arte. Sono tecnologicamente avanzati, audaci e innovativi. Ciò gli permette di prendere direzioni molto
diverse da quelle tradizionali”.
Ashraf Fayadh aggiunge: "Il nostro scopo e’ provare a fornire una visione chiara della trasformazione radicale
dell’arte Saudita, la quale ora e’ piu’ legata alle sue radici, alla vera cultura rappresentatadalla consapevolezza
delle condizioni di vita in Arabia Saudita. La consepevolezza sta creando un forte messaggio da questa
nuova generazione di artisti Sauditi che cercano di formulare l’arte a modo loro.”
La mostra presentera’ lavori di giovani artisti Sauditi tra cui: Ahaad Al Amoudi, Ahmad Angawi, Basma
Felemban, Nasser Salem, Nora A. Al Mazrooa, Sami Al Turki, Sarah Al Abdali, Sarah Abu Abdullah e
Shaweesh i quali sono tutti al lavoro per creare nuove opere per questa mostra. Saranno particolarmente
interessanti le opere di Ahmad Angawi e Sarah Al Abdali le cui installazioni site-specific fondono insieme
architettura, arte e design per ripensare l’impatto dello sviluppo urbano nelle loro comunita’, l’opera
sull’ambiente di Sarah Abu Abdullah e Sami Al Turki, , un’installazione interattiva di Basmah Felemban che
combina il design Islamico e figurativo. e progetti speciali della piattaforma YouTube TelFaz 11, U-Turn e
Cinema of Arabia che collaboreranno con gli artisti per creare realta’ virtuali che raggiungeranno il loro
pubblico di milioni di visualizzatori.
Abdul Latif Jameel Community Initiatives continua ad investire sia negli artisti Sauditi che negli artisti
proveniente dal mondo Arabo attraverso il supporto di Edge of Arabia e della sua piattaforma culturale che
raggiunge sia ill pubblico locale che quello internazionale.