Reshowing

Bologna - 25/01/2020 : 26/01/2020

“Reshowing”, in contemporanea con Arte Fiera 2020, evento segnalato in Art City White Night.

Informazioni

Comunicato stampa

Sabato 25 gennaio dalle ore 20.00 alle 24.00 presso l'aula Magna della sede del Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Bologna in Via Ferrarese n° 166/2, ci sarà l'inaugurazione di “Reshowing”, in contemporanea con Arte Fiera 2020, evento segnalato in Art City White Night. Reshowing ovvero “raccontare”, è una seconda inaugurazione che si è deciso di replicare grazie all'interesse riscontrato per la festa del 4 Dicembre 2019, una giornata dedicata alla patrona dei Vigili del Fuoco, Santa Barbara

Per l'occasione, durante la mattinata sono state inaugurate due mostre, per onorare i valori umani di impegno e condivisione rivolti all'umanità “115”, arte contemporanea, (115 è riferito appunto al soccorso numero di emergenza dei CNVVF) e una sezione storica di Fotografia “ “L’esplosione della polveriera di Marano e il coraggio dei Vigili del Fuoco Budriesi", nata dal ritrovamento da parte di Roberto Tinti (membro del 14°corpo e dell'Associazione Nazionale Vigili del Fuoco-sezione di Bologna) di una consistente quantità di materiale, riguardante lo scoppio della polveriera di Marano avvenuta il 24 Agosto 1940
Gli artisti presenti nella mostra di Arte Contemporanea sono ; Elisabetta Bacci, Giancarlo Caneva, Totò Cariello, Maurizio Cocito, Alessio Deserti, Roberta Fanti, Davide Ferro, Francesco Finotti, Carlo Fontana, Gianni Pedullà , Massimo Romani, Guglielmo Salamone, Leonardo Santoli, Irene Zangheri, e provengono da una storia artistica ed etica profonda ben espressa dalle opere personali anche attraverso la scelta di determinate tecniche multimediali
Le Esposizioni a cura dell'Associazione Nazionale Vigili del Fuoco - Sezione di Bologna, sono accompagnate dal catalogo con all'interno immagini sulla mostra, sulla storia dei Vigili del Fuoco e interventi scritti del Comandante Michele De Vincentis, ing. Claudio Gamberi, Pasquale Fameli, Irene Zangheri, ing. Luciano Zappoli e Leonardo Arrighi.