Regina José Galindo – Mazorca

Milano - 18/11/2015 : 13/01/2016

Mostra personale

Informazioni

  • Luogo: PROMETEO GALLERY
  • Indirizzo: Via G. Ventura 6, 20134 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 18/11/2015 - al 13/01/2016
  • Vernissage: 18/11/2015 ore 19
  • Autori: Regina José Galindo
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

"Hanno distrutto le nostre case, hanno rubato i nostri beni, bruciato i nostri vestiti, hanno preso gli animali, tagliato il campo di grano, ci seguirono giorno e notte."
Caso 5339 (uomo intervistato) Piano Sánchez, Baja Verapaz, 1982.Volume 1. Capitolo terzo.REMHI.

Durante la guerra in Guatemala, come parte della strategia militare di terra bruciata, il mais è stato tagliato, è stato bruciato; fu distrutto dall'esercito con l'intenzione di distruggere le comunità indigene, considerate causa della guerriglia. La pace è stata firmata nel '96 , il mais e il popolo hanno resistito

Nel 2014 il Congresso ha approvato una legge sulla protezione delle varietà vegetali, popolarmente conosciuta come Ley Monsanto, che metteva a rischio il futuro del mais e l'autonomia alimentare del paese. I popoli indigeni furono quelli che si opposero maggiormente e che hanno ottenuto l'abrogazione della legge.

"Sono nascosta in un campo di grano. Quattro uomini con il macete, tagliano tutto il mais per scoprirmi. Per qualche minuto rimango in piedi sul mais tagliato."
Aldea Chotacaj, Totonicapan, Guatemala. Novembre 12/11/2014.


(english version)

"They destroyed our homes, robbed us of our belongings, burned our clothes, took our animals, cut down our cornfields, and they pursued us day and night."
Case 5339 (man interviewed) Plan de Sánchez, Baja Verapaz, 1982.Volume 1. Third Chapter. REMHI.

During the war in Guatemala, as part of the “Scorched Earth” military policy, the corn was cut down and burned. It was destroyed by the army with the intent of eliminating the indigenous communities, retained responsible for the guerrilla. A peace agreement was signed in 1996; the corn and the people resisted. In 2014 Congress approved a law to protect plant varieties, popularly known as “Ley Monsanto”, that placed the future of corn and the autonomy of the country at risk. The indigenous peoples were the ones who most fervently opposed this and who ultimately obtained the abolishment of the law.

"I am hiding in a cornfield. Four men with machetes are cutting down all the stalks to find me. For a few minutes, I remain standing in the midst of the destroyed cornfield."
Aldea Chotacaj, Totonicapan, Guatemala. November 12/11/2014.