Recap. From festival to the gallery

Fondi - 09/10/2015 : 25/10/2015

Memorie Urbane, dopo essersi integrato nel tessuto sociale con oltre 150 interventi nel basso Lazio, sbarca all'interno di Basement project Room | arte contemporanea in una esposizione collettiva che ripercorre i quattro anni di festival tra multipli ed originali.

Informazioni

Comunicato stampa

Memorie Urbane, dopo essersi integrato nel tessuto sociale con oltre 150 interventi nel basso Lazio, sbarca all'interno di Basement project Room | arte contemporanea in una esposizione collettiva che ripercorre i quattro anni di festival tra multipli ed originali

La mostra, ideata per far relazionare gli artisti all'interno di uno spazio galleristico, testimonia il passaggio dalla strada alla galleria in occasione della Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI (Associazione dei Musei di Arte Contemporanea Italiani): di anno in anno Basement Project Room | arte contemporanea ha saputo regalare al pubblico un'occasione per vivere da vicino il complesso e vivace mondo della street art, portando la manifestazione ad essere considerata l'appuntamento fisso e tanto atteso, ricco sempre di novità.
Dal 9 al 25 Ottobre sarà inaugurata la quarta stagione espositiva con i lavori di 108, 1010, Elian, Ernest Zacherevic, Escif, Etam Cru, Etnik, Hyuro, Jana & JS, Millo, Nafir, Pastel, PichiAvo, Natalia Rak e Martin Whatson, alcune tra le migliori firme nel panorama della street art italiana ed internazionale.
Da oltre due anni, Basement Project Room | arte contemporanea, con l'ausilio di Davide Rossillo, curatore del festival Memorie Urbane, e dell'Associazione Culturale Il Quadrato, è impegnata nella mediazione culturale e nella valorizzare di questo fenomeno che emerge dall'underground con tutte le sue complessità e criticità; una pratica artistica che ha ripreso a dialogare con le persone di tutti i giorni in un atto di fiducia, sperimentando e condividendo i nuovi linguaggi dell'arte contemporanea: la consapevolezza e la nuova percezione dello spazio urbano attraverso una nuova prospettiva ed un nuovo punto di vista.

A testimonianza del rilievo che la manifestazione mostra e dell'importanza del suo ruolo all'interno del tessuto urbano, la mostra si concluderà il 25 Ottobre con il 2° Memorie Urbane Day in cui oltre al finissage della mostra si potrà, prenotando il proprio posto, partecipare allo Street Art Bus tour dei muri realizzati nella città di Fondi.