Reactive Protective Dress

Milano - 03/11/2011 : 11/11/2011

Installazione interattiva tra arte, moda, scienza e tecnologia di Cora Bellotto e Laura Malinverni, vincitrici di Milano in digitale IV.

Informazioni

Comunicato stampa

INAUGURAZIONE MOSTRA GIOVEDÌ 3 NOVEMBRE 2011 ORE 18.30
STUDIO D’ARS, VIA SANT’AGNESE 12/8 MILANO, INGRESSO LIBERO
Introduzione di Pier Luigi Capucci, Presidente di giuria del concorso Milano in digitale IV
In occasione dell’inaugurazione della mostra saranno inoltre presentati i progetti dei
primi 5 classificati al concorso
Il quinto cantiere creativo MELTINGPOT - iniziativa promossa da Fondazione D’Ars Oscar Signorini onlus
con il contributo di Fondazione Cariplo - ospita il progetto Reactive Protective Dress, vincitore di Milano in
digitale IV, concorso di arte e nuove tecnologie realizzato con il contributo della Provincia di Milano

Il
progetto nasce dall’idea di sfruttare le potenzialità materiali, culturali e comunicative della moda con l’intento di
stimolare una riflessione circa l’impatto della tecnologia sull’ambiente, la salute e i modelli comportamentali.
Attraverso lo studio degli effetti dell’inquinamento elettromagnetico sugli esseri viventi, il progetto si pone il
duplice obiettivo di visualizzarne la presenza e di fornire un sistema di protezione e adattamento al nuovo
contesto ambientale.
Reactive Protective Dress consiste in un vestito reattivo, una sorta di estensione del sistema nervoso: in
presenza di un aumento delle radiazioni elettromagnetiche nell’ambiente, il vestito attiva una reazione
meccanica e si trasforma in un rifugio protettivo e schermante. L’opera dunque ripercorre simbolicamente le
conseguenze negative dell’elettromagnetismo sui tessuti biologici, suggerendo possibili strategie di difesa.
Nello stesso tempo, rendendo percepibile l’invisibile, svolge una funzione sociale di sensibilizzazione sulle
trasformazioni dell’ambiente in cui viviamo.
LA MOSTRA AVRÀ LUOGO DAL 3 ALL’11 NOVEMBRE 2011, APERTA LUN-VEN DALLE 16 ALLE 19
MELTINGPOT - cantiere creativo per la new media art mette a disposizione di giovani creativi un luogo di
scambio, formazione, sperimentazione e produzione per progetti di new media art, sulla scia del percorso
intrapreso dalla Fondazione D’Ars nello studio e nella promozione delle arti digitali. Il cantiere vuole inoltre porsi
come punto di riferimento per la ricerca sui legami tra arte, scienze e nuove tecnologie, tramite appuntamenti
divulgativi e workshop aperti al pubblico.
MELTINGPOT è a cura di Martina Coletti, Viola Lilith Russi, Valentina Tovaglia, Cristina Trivellin