Ragghianti e Lucca: un centenario e oltre

Lucca - 26/01/2012 : 26/01/2012

Nel 2010 le celebrazioni del centenario della nascita di Carlo Ludovico Ragghianti sono state l’occasione per un’approfondita riflessione sull’uomo e sullo studioso, riflessione che sarà ripercorsa presso la sala conferenze del Complesso Monumentale di San Micheletto.

Informazioni

  • Luogo: COMPLESSO MONUMENTALE DI SAN MICHELETTO
  • Indirizzo: Via San Micheletto 3 - Lucca - Toscana
  • Quando: dal 26/01/2012 - al 26/01/2012
  • Vernissage: 26/01/2012 ore 15.30
  • Generi: incontro – conferenza

Comunicato stampa

Nel 2010 le celebrazioni del centenario della nascita di Carlo Ludovico Ragghianti sono state l’occasione per un’approfondita riflessione sull’uomo e sullo studioso, riflessione che sarà ripercorsa giovedì 26 gennaio, dalle ore 15.30, presso la sala conferenze del Complesso Monumentale di San Micheletto.
L’iniziativa, promossa dalla Fondazione Centro Studi sull’Arte Licia e Carlo Ludovico Ragghianti di Lucca, sarà anche l’occasione per delineare nuove prospettive di studio che un anno di intense manifestazioni, lungi dall’aver esaurito l’analisi dell’intensissima e multiforme attività dello studioso lucchese, ne ha bensì incrementato l’interesse soprattutto in ambito universitario


Introdotto dal direttore della Fondazione Ragghianti, Maria Teresa Filieri, che traccerà un bilancio dei risultati delle manifestazioni attuate presso numerose e prestigiose sedi e che delineerà le linee guida per le iniziative future, l’incontro vedrà l’intervento di Ranieri Varese, professore ordinario di storia dell'arte presso l'Università di Ferrara, che tratterà dei risultati del convegno Carlo Ludovico Ragghianti, un uomo cosciente tenuto a Ferrara nel 2009. Realizzato con il patrocinio dell’Università Internazionale dell’Arte di Firenze, del Dipartimento di Scienze Storiche dell’ Università degli Studi di Ferrara e della Fondazione Centro Studi sull’Arte Licia e Carlo L. Ragghianti di Lucca, il convegno è stato di fondamentale importanza per la conoscenza della figura di Carlo Ludovico Ragghianti, annoverato tra i principali storici dell’arte del Novecento ma anche figura di assoluto rilevo nel panorama intellettuale e politico del periodo fascista e postbellico.
Il professor Varese tratterà anche del saggio Tre voci. Carlo Ludovico Ragghianti, Cesare Gnudi, Giorgio Morandi a cura di Marilena Pasquali e Stefano Bulgarelli che indaga il fondamentale rapporto che ha unito i tre grandi protagonisti della cultura artistica italiana del XX secolo.

Donata Levi professore ordinario dell'Università di Udine, delineerà l’importanza della contemporaneità del pensiero critico di Ragghianti attraverso l’analisi di due pubblicazioni di giovani studiosi; «seleARTE» 1952-1966 una finestra sul mondo. Ragghianti, Olivetti e la divulgazione dell’arte internazionale all’indomani del fascismo, di Silvia Bottinelli, primo volume della nuova collana Scripta contemporanea e Carlo Ludovico Ragghianti. Il valore del patrimonio culturale. Scritti dal 1935 al 1987 a cura di Monica Naldi ed Emanuele Pellegrini che sondano le tematiche della tutela del paesaggio e del patrimonio artistico nel pensiero di Ragghianti studioso e nell’azione del politico.

Marco Collareta direttore del Dipartimento di Storia delle Arti dell’Università di Pisa trarrà una sintesi dei risultati del convegno di studi “Carlo Ludovico Ragghianti: pensiero e azione” svoltosi a Lucca e Pisa, il 21 e 22 maggio 2010 organizzato in collaborazione con la Fondazione Ragghianti e la Scuola Normale Superiore di Pisa.
Critici d’arte e storici hanno analizzato allora, l’impegno che lo studioso ebbe modo di profondere in varie direzioni: dall’impegno politico agli incarichi nella politica culturale, fino al ruolo di storico e di critico d’arte con i suoi fondamentali studi sull’aspetto estetico dell’arte in ogni sua manifestazione. Una sezione speciale è stata dedicata agli studi che su Ragghianti, sulla sua opera o sulle linee da lui tracciate stanno conducendo giovani ricercatori alcuni dei quali hanno reso omaggio al fondatore dell’Istituto di Storia dell’arte, divenuto poi l’attuale Dipartimento di Storia delle arti, dedicandogli un numero monografico della rivista semestrale on-line di arti visive Predella (Predella n° 28, Studi su Carlo Ludovico Ragghianti).

Le professoresse Gigetta Dalli Regoli e Clara Baracchini illustreranno infine la decisione di ricordare Ragghianti nel suo anniversario focalizzando l’attenzione sugli studi che egli dedicò al Medioevo, di fatto tra i meno indagati tra i campi di interesse e di studio del critico lucchese e presentando un nuovo progetto editoriale dedicato proprio all’arte medievale.
In quest’ottica rientrano sia la mostra Lucca e l'Europa. Un'idea di medioevo V-XI secolo (26 Settembre 2010 – 9 gennaio 2011) che la pubblicazione, nel maggio 2010, del volume, “Prius ars”. Arte in Italia dal secolo V al secolo X”, a cura del professore Antonino Caleca, riedizione aggiornata del saggio del 1968 che Ragghianti dedicò alle molteplici manifestazioni delle arti nell’Alto Medioevo.