Raffaele Curi – Transiti di Venere

Roma - 16/04/2012 : 22/04/2012

La Fondazione Alda Fendi presenta il nuovo lavoro di Raffaele Curi, uno spettacolo ispirato al “transito di Venere”, fenomeno molto raro che si verifica quando il pianeta Venere si interpone tra la Terra e il Sole.

Informazioni

Comunicato stampa

La Fondazione Alda Fendi presenta il nuovo lavoro di Raffaele Curi, uno spettacolo ispirato al “transito di Venere”, fenomeno molto raro che si verifica quando il pianeta Venere si interpone tra la Terra e il Sole. Il regista usa questa metafora per parlare del sogno e dell’impossibilità per l’essere umano di raggiungere ciò che ama. Un’impossibilità che, come sempre negli spettacoli immaginifici di Curi, diventa una pandemia di visioni, poesia, musiche, citazioni artistiche, tra cui la splendida “Origine del mondo” di Gustave Courbet

L’unica salvezza per il regista, che firma il suo ottavo spettacolo per la Fondazione presieduta da Alda Fendi, è nell’arte, nella sua bellezza, nella sua indicibilità. «E’ l’impossibilità – scrive Curi nelle note di regia - di toccarsi in una cosmogonia relitto del senso comune». Come ogni anno l’evento sarà gratuito, confermando la scelta di Alda Fendi di sostenere una cultura libera e di qualità che sia fruibile da tutti.