In mostra tele, disegni, fotografie, video e installazioni di un progetto ideato dallo street artist Federico Carta, in arte Crisa e dall'antropologo Umberto Cao, che si è svolto in Messico (soprattutto nello stato del Chiapas) la scorsa primavera.

Informazioni

  • Luogo: TEMPORARY STORING
  • Indirizzo: Via XXIX Novembre 7 - Cagliari - Sardegna
  • Quando: dal 18/10/2014 - al 30/10/2014
  • Vernissage: 18/10/2014 ore 18,30
  • Autori: Crisa Federico Carta, Umberto Cao
  • Generi: documentaria, fotografia, arte contemporanea, personale, disegno e grafica, street art, new media
  • Orari: dal lunedì al sabato, dalle 18.00 alle 20.00
  • Email: francesca.balia@gmail.com

Comunicato stampa

Sabato 18 ottobre a Cagliari (ore 18.30), appuntamento negli spazi del Temporary Storing della Fondazione Bartoli Felter (in via 29 Novembre 3/5), per l'anteprima assoluta di “Puente de Raìces”, un progetto ideato dallo street artist Federico Carta, in arte Crisa e dall'antropologo Umberto Cao, che si è svolto in Messico (soprattutto nello stato del Chiapas) la scorsa primavera.
Tele, disegni, fotografie, video e installazioni in mostra raccontano il percorso tra arte e antropologia che, attraverso l'arte dei murales ha creato un ponte ideale tra Sardegna e Messico

Crisa ha realizzato una serie di murales sulle pareti di abitazioni, messe spontaneamente a disposizione dalle persone dei luoghi visitati, si è stabilita un'intensa relazione di scambio con una popolazione spesso in condizioni di seria indigenza ma dalla sincera ospitalità e rara bellezza. Umberto Cao ha documentato gli incontri attraverso video e fotografie.
Federico Carta aka Crisa, dopo esser diventato noto presso il grande pubblico per i murales sulle pareti della città di Cagliari, è ora tra gli interpreti più affermati e stimati della street art europea.
Umberto Cao è un antropologo dell'Università di Bologna. Opera nella cooperazione internazionale e negli ultimi dieci anni si è occupato di popolazioni indigene e inuguaglianze sociali in varie parti del mondo.
L'esposizione, visitabile sino al 30 Ottobre, (dal lunedì al sabato, dalle 18.00 alle 20.00) in seguito toccherà diverse mete in Italia ed Europa.