Il convegno Psiche e Arte si svolge nell'ambito del Festival Per Appiam '13 che ruota intorno alla mostra “Tu sei il mio volto”. L'esposizione è allestita nella sala Nagasawa, dedicata allo scultore-architetto giapponese che ha dato l'input al recupero di una delle ultime aree industriali della capitale.

Informazioni

  • Luogo: EX CARTIERA LATINA
  • Indirizzo: Appia Antica 42 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 08/06/2013 - al 16/06/2013
  • Vernissage: 08/06/2013 ore 17
  • Generi: arte contemporanea, incontro – conferenza, collettiva
  • Orari: giovedì 17.00 - 20.00 venerdì sabato domenica 10.00 - 13.00/17.00 - 22.00

Comunicato stampa

è giunta al suo appuntamento più importante la seconda edizione del festival internazionale d'arte Per Appiam '13 che ruota intorno alla mostra curata dalla pittrice-filosofa Roberta Pugno dal titolo “Tu sei il mio volto” [Roma, Ex Cartiera Latina fino al 16 giugno 2013]



L'Associazione Ipazia Immagine pensiero è lieta d'invitarvi a PSICHE E ARTE

Convegno sul rapporto tra arte e psichiatria
sabato 8 giugno alle ore 17.00
a cura di Eva Gebhardt e Luca Giorgini
intervengono
Luca Giorgini (psichiatra), Fulvio Iannaco (docente di filosofia e blogger), Ugo Tonietti (architetto), Daniela Polese (psichiatra), Simona Maggiorelli (caporedattore cultura e scienza di Left), Eva Gebhardt (psichiatra)

Gli artisti sono vittime di una serie di luoghi comuni che associano le persone dotate di un talento particolare alla follia. Genio e sregolatezza. Creatività e distruttività. E se è vero che l’arte, in qualsiasi forma, per essere tale si deve differenziare da una normalità per essere veramente innovativa, questo scostamento dalla norma è sempre stato pensato in senso negativo. Ovvero fare qualcosa di diverso dal comune significherebbe impazzire.
Ma è proprio vero che gli artisti sono tutti pazzi e che la malattia mentale sia fonte di creatività?
Da dove viene questa idea?
Su quali basi storiche e filosofiche si basa?
Quando il genere umano ha iniziato a fare arte? E perché?
Per rispondere a queste e altre domande si incontrano tre psichiatri-psicoterapeuti e tre esperti a vario titolo delle manifestazioni artistiche del pensiero. Tre donne e tre uomini si interrogano e interrogano l’opera e la vita degli artisti cercando delle risposte in quello che più che un convegno si vuole costituire come un occasione di ricerca. Perché potrebbe essere che l’arte possa servire alla psichiatria e non viceversa e che l’opera di artisti geniali possa costituire il mezzo per scoprire la fisiologia della mente e non la malattia. Si potrebbe scoprire che in passato la medicina della mente ha dimostrato una sostanziale impotenza quando non un aperta aggressione nei confronti degli artisti.
Si potrebbe raccontare una storia diversa.

Ex Cartiera Latina Parco dell’Appia Antica ROMA via Appia Antica 42 (parcheggio al civico 50)

Il convegno Psiche e Arte si svolge nell'ambito del Festival Per Appiam '13 che ruota intorno alla mostra “Tu sei il mio volto”. L'esposizione è allestita nella sala Nagasawa, dedicata allo scultore-architetto giapponese che ha dato l'input al recupero di una delle ultime aree industriali della capitale. Al suo interno 16 artisti di varie nazionalità (pittori, scultori, incisori e fotografi) insieme a quattro poeti si sono cimentati intorno al complesso tema del rapporto con l'altro, con il diverso, con l'oggetto della propria ricerca artistica e interiore.